Top

Anche oggi Calenda attacca Letta: "Insopportabile, divide gli italiani in buoni e cattivi"

Il leader di azione, Carlo Calenda, a Torino per presentare i candidati alle prossime elezioni politiche: "Questo paese deve essere riappacificato"

Anche oggi Calenda attacca Letta: "Insopportabile, divide gli italiani in buoni e cattivi"

globalist Modifica articolo

3 Settembre 2022 - 17.51


Preroll

E anche oggi Carlo Calenda ha attaccato Letta e il Pd che sono diventati il suo vero assillo.

OutStream Desktop
Top right Mobile

«C’è una cosa insopportabile che fa il Pd, dividere gli italiani in buoni e cattivi: se sei alleato loro sei buono anche se prima sei stato con la destra come Conte, e se non lo sei, sei cattivo».

Middle placement Mobile

Così il leader di azione, Carlo Calenda, a Torino per presentare i candidati alle prossime elezioni politiche. «Non ce l’ho con Letta, è una persona che stimo, con cui ho buon rapporto e con cui ho lavorato. Ma questa campagna elettorale la trovo profondamente sbagliata e divisiva. Il paese ha bisogno di essere riappacificato, non diviso tra fascisti e comunisti e buoni e cattivi», ha aggiunto.

Dynamic 1

«Le proposte del Pd in materia di energia e di giovani le trovo poco serie», ha proseguito Calenda che ha poi osservato: «manifesti di Letta in cui dice se non sei con noi sei no vax, ma chi lo dice? Io sono stato pro vax e anche Conte, e anche Fi. Perché il mondo è diviso con l’accetta? Il paese ha bisogno di essere riappacificato, non diviso tra fascisti e comunisti e buoni e cattivi. Ma davvero l’unica alternativa è tra Berlinguer e Almirante? Ma Letta non era democristiano? Abbiamo cancellato la Dc, il Pri, il Psdi e il Partito Socialista , tutti insieme. Questa è la cosa che veramente mi disturba di Letta».

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile