Top

Sondaggi politici: Fdi e Pd salgono al 23% ma il centro-sinistra senza M5s...

Sondaggi politici della Ipsos di Pagnoncelli: venir meno della possibile alleanza tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle a seguito del ruolo assunto dai pentastellati suls fine del governo Draghi, assegna un netto vantaggio alla coalizione di destra

Sondaggi politici: Fdi e Pd salgono al 23% ma il centro-sinistra senza M5s...
Giorgia Meloni e Enrico Letta

globalist Modifica articolo

30 Luglio 2022 - 10.08


Preroll

Sondaggi politici: al momento l’assenza del M5s nella coalizione favorisce alla grande la destra reazionaria di Salvini e Meloni che con questa legge elettorale possono fare il pieno dei collegi.

OutStream Desktop
Top right Mobile

In testa il partito di Giorgia Meloni (23,3%) e il Pd (23,2%), distanziati di un solo decimale e ai massimi livelli registrati da sempre il primo e dall’inizio della legislatura il secondo; a seguire Lega (13,5%), Movimento 5 Stelle (11,3%) e Forza Italia (9%). 

Middle placement Mobile

Tra gli altri, superano la soglia di sbarramento la federazione Azione/+Europa (3,6%), l’alleanza tra Sinistra italiana e Verdi (3,4%) e Italexit (3,1%). E’ quanto emerge dal sondaggio sulle intenzioni di voto realizzato da Ipsos per `Corriere della Sera´ su un campione casuale nazionale rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne.

Dynamic 1

Chi guadagna e chi perde consenso dalla crisi di governo e dalla chiusura anticipata della legislatura? Tra i partiti aumentano Fratelli d’Italia (+3,3%) e Partito democratico (+2,4%), mentre arretrano Lega (-1,5%), Movimento 5 Stelle e Forza Italia (entrambe -0,8%) tra le forze politiche principali, e tra quelle minori il movimento di Luigi Di Maio, Insieme per il futuro (-1%), e Italexit (-0,9%).

Con l’annuncio della data delle elezioni, riporta sul quotidiano lo stesso Nando Pagnoncelli (Ipsos), si è ridotta di quasi due punti la quota degli astensionisti e indecisi, oggi al 40,6%. Secondo il sondaggio realizzato da Ipsos per `Corriere della Sera´, il venir meno della possibile alleanza tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle a seguito del ruolo assunto dai pentastellati nel determinare la fine del governo Draghi, assegna un netto vantaggio alla coalizione di centrodestra su quella di centrosinistra (45,8% a 33%).

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile