Salvini il 'pacifista' continua a tirare la volata a Putin e si aggrappa perfino a Medvedev
Top

Salvini il 'pacifista' continua a tirare la volata a Putin e si aggrappa perfino a Medvedev

Il capo della Lega alla disperata ricerca di visibilità ma soprattutto nel tentativo di ingraziarsi il suo generoso idolo Putin continua la farsa

Salvini il 'pacifista' continua a tirare la volata a Putin e si aggrappa perfino a Medvedev
Matteo Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Giugno 2022 - 11.03


ATF

Salvini finto-pacifista continua a tirare la votala a Putin ed infatti nessuna delle sue prese di posizione vanno in direzione contraria alle pretese di Putin: no alle armi in Ucraina, no alle sanzioni, no a Finlandia e Svezia nella Nato. Il tutto senza aver mai detto una parola contro il regime dittatoriale e reazionario di Putin (che è il suo modello) o aver detto che Mosca doveva ritirarsi alle posizioni del 24 febbraio.

«La via del dialogo e della diplomazia per il ritorno alla pace è quella giusta, io continuerò a percorrere a testa alta questa strada, per il bene dell’Italia, e mi spiace che altri soprattutto a sinistra parlino solo di armi e guerra». 

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini dopo le parole del vicepresidente del Consiglio di Sicurezza russo, Dmitrij Medvedev, che ha sottolineato come la Russia sia pronta «a dialogare su qualsiasi questione, ma ci deve essere il rispetto». 

Finora il rispetto preteso da Mosca (con Dmitrij Medvedev che ha preso pure posizioni più dure di Putin) era la capitolazione o – al massimo – una pace che si basava sull’umiliazione dell’avversario spogliato dei suoi territori e poi costretto a vivere disarmato e sotto ricatto nel futuro.

Leggi anche:  Salvini non vuole rinunciare al 'suo' Ponte: "Nessuno vuole che crolli, farò di tutto per far partire i lavori nel 2024"
Native

Articoli correlati