Salvini in crollo di consensi minaccia la crisi: "Fermare gli sbarchi oppure..."

Dopo aver fatto da sponda a negazionisti e no vax contro il green pass il capo della Lega fa propaganda su i migranti

Matteo Salvini

Matteo Salvini

globalist 2 agosto 2021

La musica è sempre la solita: di qualsiasi argomento si parli, la certezza è che prima o poi Matteo Salvini userà l’argomento migranti per criticare qualcosa o qualcuno.

Anche se l’argomento è il Green Pass, vanno fermati gli sbarchi: questo è il più grosso problema che secondo questa destra oscurantista e xenofoba affligge l’Italia.

L'affondo del leader della Lega arriva a tarda sera: “Ho scritto a Draghi e gli ho detto che entro agosto il problema degli sbarchi va risolto”.

Matteo Salvini interviene alla festa della Lega di Cervia pochi minuti dopo che il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni ha tracciato un quadro drammatico degli sbarchi degli ultimi mesi. E sembra ripetersi la maledizione del Papeete. Salvini si rivolge a Luciana Lamorgese: “Se il ministro non è in grado di risolvere questo problema, ne prenda atto e ne tragga le conseguenze. Faccia qualcosa, blocchi questi arrivi”.

Fino alla minaccia estrema: “Sostenere un governo che accetti questi numeri di sbarchi, per noi della Lega sarebbe un problema”.

Fatto sta che Matteo Salvini parte all’attacco: “Non è possibile chiedere il Green pass agli italiani per andare a Gardaland o in pizzeria e poi far sbarcare migliaia di clandestini senza controlli e senza regole. Questo è un problema che entro agosto va risolto”.

Anzi, occorre metterci mano subito: “Ci sono 800 clandestini a bordo di due navi di Ong stranieri. Io chiedo di bloccare questi arrivi che chiederanno un porto all’Italia, e non capisco perché dovremmo darglielo”.

Secondo il leader leghista “abbiamo un numero di sbarchi che non si vedeva dai tempi di Alfano. Il ministro dell’Interno dia un segnale”.

La domanda è se Luciana Lamorgese debba dimettersi: “Se il ministro che si occupa di pubblica sicurezza non è in grado di mantenerlo è un problema: faccia qualcosa”.

Soprattutto, se “gli 800 clandestini sulle navi sbarcano in Italia sarebbe un grosso problema per il governo, questi arrivi vanno bloccati”.

Insomma: “Sostenere un governo che in quanto a sbarchi sta facendo peggio di quanto faceva Alfano, per noi è difficile. Il governo Draghi sta facendo bene da tanti punti di vista, ma l’immigrazione è un colabrodo”