De Maria (Pd): "Negare la manifestazione di estrema destra del 2 maggio a Dongo"
Top

De Maria (Pd): "Negare la manifestazione di estrema destra del 2 maggio a Dongo"

Il deputato Pd: "Il Ministero dell'Interno ponga attenzione alla richiesta dell'Anpi: "Il giorno della fucilazione si radunano in forma organizzata centinaia di militanti"

La manifestazione dello scorso anno a Dongo
La manifestazione dello scorso anno a Dongo
Preroll

globalist Modifica articolo

29 Aprile 2021 - 10.00


ATF

I nostalgici fascisti sono il cancro da estirpare in questo paese e devono essere fermati al più presto.

Andrea De Maria, deputato Pd e segretario di presidenza della Camera, rende noto che andrà presto in scena una commemorazione del Duce a Dongo, nel comasco.

“La segreteria nazionale dell’Anpi ha pubblicamente chiesto alle autorità competenti di intervenire per negare l’autorizzazione a una manifestazione di estrema destra prevista per il 2 maggio a Dongo. Infatti ogni anno, da anni, a Dongo, in prossimità dell’anniversario della Liberazione e del giorno della fucilazione di Mussolini in località Giulino di Mezzegra, si radunano in forma organizzata centinaia di militanti dell’estrema destra, in divisa di camicie nere, per commemorare con riti e cortei l’esecuzione del duce e dei gerarchi”.

“I comportamenti dei partecipanti, spesso in divisa squadrista, hanno sempre espresso senza equivoci la volontà di propaganda del fascismo. Ricordo che l’apologia di fascismo e la ricostituzione in qualsiasi forma del Partito fascista contrastano con i principi costituzionali e la legislazione vigente. Presenterò una interrogazione al ministero dell’Interno, per segnalare quanto sta accadendo e chiedere attenzione sulla iniziativa assunta dall’Anpi”, conclude De Maria.

Leggi anche:  Estrema destra, Boccia (Pd): "Interrogazione a Piantedosi per i rapporti tra politica e criminalità nel Lazio"
Native

Articoli correlati