La settimana contro il razzismo non piace a Meloni: "Finanziata da palazzo Chigi mentre le imprese chiudono"

La leader di Fratelli d'Italia non manca di farsi venire il sangue amaro per qualunque iniziativa possa rendere l'Italia un paese più civile

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

globalist 1 marzo 2021
La notizia dell'indagine sull'ex capo missione della nave Mare Jonio Luca Casarini per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina con l'aggravante di ricerca di profitto non poteva che mandare in brodo di giuggiole Giorgia Meloni: "Trasbordo di migranti in cambio di soldi? Accusa gravissima da parte della Procura di Ragusa in merito a un recupero di immigrati illegali da parte della Mare Jonio. Fratelli d'Italia andrà in fondo a questa vicenda e chiede risposte urgenti da parte del Ministro dell'Interno Lamorgese. Come sempre, continueremo a batterci contro il business che ruota attorno al traffico di esseri umani verso la nostra Nazione, spesso mascherato dietro un velo di falso umanitarismo" ha detto la leader di Fratelli d'Italia, che si è anche scagliata contro la 'Settimana di azione contro il razzismo' organizzata dalla Presidenza del Consiglio, perché qualunque iniziativa che miri a rendere l'Italia un paese più civile fa ribollire il sangue ai Fratelli d'Italia. 
"Dopo aver elargito 400mila euro per foraggiare le ricorrenze della fondazione del Pci, apprendiamo oggi dal quotidiano 'La Verità' che la presidenza del Consiglio - attraverso l'Unar - ha pubblicato il decreto per spendere ben 350mila euro per la 'Settimana di azione contro il razzismo'" scrive in un livoroso post Giorgia Meloni. 
"Apprendiamo che tra le associazioni destinatarie di questi soldi ci sarebbe anche una realtà al centro di indagini della Procura bergamasca per gestione indebita di fondi pubblici per l'accoglienza. Mentre le imprese chiudono, le famiglie sono in ginocchio e i ristori non arrivano, le priorità di chi è a Palazzo Chigi sono sempre le stesse. Tutto cambia per non cambiare nulla", conclude Meloni.