Ong Mediterranea, Luca Casarini annuncia: "Portiamo in giudizio il governo Meloni"
Top

Ong Mediterranea, Luca Casarini annuncia: "Portiamo in giudizio il governo Meloni"

Luca Casarini: "Confermo che i nostri team legali stanno lavorando a pieno ritmo per portare in giudizio il governo italiano e i suoi ministri competenti, per la complicità oggettiva nel reato di respingimento collettivo di profughi e richiedenti asilo"

Ong Mediterranea, Luca Casarini annuncia: "Portiamo in giudizio il governo Meloni"
Luca Casarini
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Febbraio 2024 - 15.50


ATF

Luca Casarini, capomissione della Ong Mediterranea Saving Humans, alla luce della sentenza della Cassazione sul rimorchiatore Asso 28 ha annunciato la denuncia contro il governo Meloni.

«Confermo che i nostri team legali stanno lavorando a pieno ritmo per portare in giudizio il governo italiano e i suoi ministri competenti, per la complicità oggettiva nel reato di respingimento collettivo di profughi e richiedenti asilo, in violazione della Convenzione di Ginevra ex art. 33».

«Le dichiarazioni del ministro Piantedosi, ma anche la sua testimonianza al processo contro Salvini, sono materiale prezioso per mettere a punto una azione penale e civile contro la più grande vergogna degli ultimi anni, il sistema Libia, con lager, deportazioni, torture, finanziati dal nostro paese».

«Piantedosi dichiara oggi che il contesto libico è cambiato: si vada a rileggere l’ultimo rapporto Onu di pochi mesi fa, o legga le raccomandazioni dell’Unhcr o dell’Oim. E in più si studi bene la Convenzione di Amburgo sul soccorso in mare: non può essere definito `competente´ un sedicente Centro di coordinamento dei soccorsi, che non possa garantire un posto sicuro ai naufraghi. La Libia, anche solo per la sua legislazione interna che prevede per i migranti detenzione e lavori forzati, non può esserlo. D’altronde, e Piantedosi spero ne sia informato, la Libia non ha sottoscritto la Convenzione di Ginevra».

Leggi anche:  Nella notte sono sbarcate 333 persone a Lampedusa a bordo di 7 imbarcazioni: hotspot già allo stremo
Native

Articoli correlati