Spadafora (M5s) attacca Renzi: "Cerca visibilità e dimenticava ciò che diceva sui partitini"

Il ministro per lo Sport ospite di 'Stasera Italia', su Retequattro: "Usa pretesti per alzare l'attenzione su una forza politica che non sta funzionando"

Vincenzo Spadafora

Vincenzo Spadafora

globalist 21 febbraio 2020
Botta e risposta tra due alleati che in realtà sono nemici: "Non credo che Renzi abbia posto il tema dell'agenda per i quattro contenuti in sé, ma perché stia facendo un gioco politico abbastanza irresponsabile, in un momento in cui il Paese ha anche questa emergenza sanitaria, per alzare il prezzo della sua visibilità e della sua permanenza al governo".
Lo ha detto il ministro per lo Sport, Vincenzo Spadafora, esponente M5S, ospite di 'Stasera Italia', su Retequattro.
"Non credo che se noi rinunciassimo, cosa che non faremo mai, al reddito di cittadinanza, Renzi direbbe va tutto bene, continuiamo a lavorare insieme. Credo che anche la storia del personaggio politico - insiste Spadafora - abbia dimostrato che in questi casi usa pretesti per alzare l'attenzione su una forza politica che non sta funzionando. Italia viva sta al 4 per cento e ha la stessa funzione che ha avuto per esempio Alfano in altri governi, quando Renzi diceva che i piccoli partitini non potevano dettare l'agenda di governo alle forze di maggioranza, ma che dovevano solo contribuire per il bene dell'Italia. Adesso mi verrebbe da fargli lo stesso appello".