Zingaretti critica Salvini per la parodia sul Papa: "Dal mojito alla grappa..."

Il segretario del Pd non ha gradito l'ennesima scivolata della Bestia: "Inizia un nuovo anno con lo stesso impegno: difendere gli Italiani dalla brutta politica.

Zingaretti

Zingaretti

globalist 1 gennaio 2020
Un estremista di destra, xenofobo, traditore di quel vangelo che dice di voler difendere e anche feroce avversario di Papa Francesco che i suoi follower trattando come un emissario di Satana e non come il vicario di Cristo.
"Dal mojito alla grappa. Passano i mesi ma sempre lì stiamo. Inizia un nuovo anno con lo stesso impegno: difendere gli Italiani dalla brutta politica. Lo faremo sempre in prima fila e con passione". 
Così Nicola Zingaretti, segretario del Pd, su Facebook in merito a Matteo Salvini, condividendo l’articolo di Globalist sulla parodia dello 'schiaffo' del papa alla fedele che lo ha strattonato.
Che era successo? Come ha scritto Globalist nell’articolo rilanciato dal segretario del Pd: “all'alto delle montagne dove è andato in vacanza, Matteo Salvini rimane comunque connesso con quel che succede a valle. E il video con l'odiatissimo Bergoglio che perde la pazienza con una fedele che lo ha strattonato a Piazza San Pietro di certo non è sfuggito alla Bestia, che ha deciso di sfruttarlo al meglio.
Presto detto: sul canale twitter di Salvini è comparso un video in cui il Capitano fa la parodia del Papa, salvo poi concludere il gesto dello schiaffo con una carezza a una donna che ha finto di strattonarlo”.