Salvini chiude il 2019 utilizzando (a sproposito) ancora la Madonna

Rosari, cagnetti, bimbi e bacioni: il Capitano ha snocciolato tutto il repertorio, per far capire che questo è il suo anno, forse addirittura il suo decennio.

Salvini bacia il rosario

Salvini bacia il rosario

globalist 1 gennaio 2020

Madonna che vince non si cambia: e quindi Matteo Salvini, nei suoi auguri di Capodanno, ha deciso di rispolverare il rosario e di appellarsi nuovamente a Dio e al Cuore Immacolato di Maria per avere la forza di guidare l’Italia in questo 2020. Anzi, per fare “tutto quello che è umanamente possibile per restituire agli Italiani lavoro, serenità e sicurezza, alle famiglie speranza e futuro, ai giovani certezze e diritti”. Insomma, per salvare l’Italia ci vuole un miracolo, senza troppi giri di parole. Ma lui, Salvini, che con la Madonna ha un rapporto a tu per tu, riuscirà nell’impresa.


Nel corso della serata (e della mattinata del primo dell’anno) Salvini ha giocato i suoi pezzi da 90: augura il buon anno agli italiani usando bambini e cagnolini, perché ha ormai compreso che il suo elettorato medio è come una classe delle medie. E quindi il 2020 Salvini lo festeggia con un cagnolino tra le braccia.


Rosari, cagnetti, bimbi e bacioni: il Capitano ha snocciolato tutto il repertorio, per far capire che questo è il suo anno, forse addirittura il suo decennio.