Zingaretti: "Pd e M5s trovino un'anima al governo o l'unico vincitore sarà Salvini"

Il segretario del Pd: "Non si può governare insieme da avversari, ma da alleati" e poi su Renzi: "Non mi fa paura, penso sia stato un debole"

Zingaretti

Zingaretti

globalist 19 novembre 2019
Intervistato da La Repubblica, il segretario del Pd Nicola Zingaretti lancia un monito al governo Pd-M5s: "La manovra finanziaria ha un'anima, il governo ancora no. E se non la trova rischia". 
"Tra tweet, post e rivendicazioni può finire come nel film Wargames" ironizza Zingaretti, in riferimento al film di John Badham del 1983: "alla fine non ci sono vincitori. In questo caso ce ne sarebbe uno, ma non dentro la maggioranza, ossia Salvini". 
"Non si può governare insieme da avversari" continua Zingaretti: "Alleati è un concetto diverso. Dico di più: chi esercita il potere, cioè occupa posti di responsabilità, scrive leggi e fa le nomine, deve sentire il compito etico di portare avanti un progetto comune. È tutto il contrario, questo, delle alchimie politiche e delle alleanze".
Alla domanda se abbia paura che Renzi riesca nel progetto di assorbire i voti del Pd come Macron ha fatto in Francia con i socialisti, Zingaretti replica: "Per niente. L'ho intepretato come un segno di grande debolezza per i motivi che ho detto prima: non si può avere un'identità solo in negativo sugli altri".