Top

Quando Di Stefano dava (in coppia con Salvini) dell'ubriacone a Juncker

Manlio Di Stefano è stato riconfermato sottosegretario agli esteri, nonostante avesse - insieme a Salvini - dato dell'ubriacone a Juncker

Manlio Di Stefano
Manlio Di Stefano

globalist

18 Settembre 2019 - 10.42


Preroll

Tra i vari miracolati salvati da Di Maio e rimasti ancorati al governo compare anche Manlio Di Stefano, nonostante abbia dimostrato ben pochi meriti nel corso del precedente governo. Di Stefano infatti è ricordato maggiormente per il suo commento a Jean-Claude Juncker, che seguiva quello di Salvini: “La stupidità delle affermazioni di #Moscovici non ci permette di trarne un’analisi politica, tantomeno tecnica. Sarà solo passato in buvette con l’amico #Juncker a farsi un goccio, peccato mancasse #Renzi che con loro condivide il fastidio per la ritrovata democrazia in #Italia” scriveva nell’ottobre 2018
Certo, im seguito alla crisi, Di Stefano ha fatto schiera intorno a Di Maio, dichiarando Salvini un ‘traditore’. Ma nel suo difendere strenuamente i suoi leader, Di Stefano perde di vista – o dimentica – il suo passato. Come stamattina, quando ha affermato che l’incontro tra M5s e Gilet Gialli (avvenuto a febbraio 2019) fosse stato prima che le proteste dilaniassero Parigi. Cosa non vera, dato che già all’epoca dell’incontro si erano registrati numerosi scontri nelle settimane precedenti.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile