Il Pd all'attacco: "Salvini non può guidare il Viminale in campagna elettorale"
Top

Il Pd all'attacco: "Salvini non può guidare il Viminale in campagna elettorale"

La vice-segretaria democratica non ritiene il capo leghista affidabile. Anche il politologo Pasquino: "C'è un conflitto di interesse enorme"

Salvini sulla moto d'acqua della polizia
Salvini sulla moto d'acqua della polizia
Preroll

globalist Modifica articolo

10 Agosto 2019 - 08.55


ATF

Lo dicono tutti, ora anche Paola De Micheli, vice-segretaria del Pd: non potrà essere Salvini a guidare il Viminale, ossia il ministero chiave che in maniera imparziale dovrebbe garantire il regolare svolgimento della campagna elettorale e del voto mentre in realtà – nelle passate tornate elettorali – ha violato il silenzio elettorale e ha mostrato di utilizzare il suo ruolo da ministro non solo per finalità istituzionali, come le passerelle dimostrano e come il linguaggio d’odio presente sui suoi social dimostra, moto d’acqua a parte.
La De Micheli non è sola_ “Salvini è parte in gioco, ha interessi in materia, dà ordini ai prefetti, alla polizia: al Viminale non ci deve essere uno che pensa che poi magari farà il premier”.
Lo dice il professor Gianfranco Pasquino, intervenendo a Rainews24, sottolineando la sua contrarietà a un governo che porti alle elezioni con lo stesso Salvini che resta titolare del Viminale: “C’è un conflitto di interesse enorme”. E Poi il politologo aggiunge: “C’è la mia sfiducia totale nel ministro Salvini”.

Leggi anche:  Europee, Salvini gioisce per Vannacci e per gli xenofobi di Le Pen: "Ci davano per morti ma siamo vivi e vivaci"
Native

Articoli correlati