Gli estremisti di destra di Afd: "Siamo alleati con Salvini, anche se ci chiamano Nazi-Keule
Top

Gli estremisti di destra di Afd: "Siamo alleati con Salvini, anche se ci chiamano Nazi-Keule

Joerg Urban, presidente dell'AfD in Sassonia, replica a Di Maio: "Quando non si hanno argomenti tirano fuori la storia del negazionismo"

Salvini incensato dagli estremisti di destra tedeschi di Afd
Salvini incensato dagli estremisti di destra tedeschi di Afd
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Aprile 2019 - 09.19


ATF

Una finta lite per fare il buono e il cattivo e cercare di riposizionarsi in vista delle elezioni europee.
Perché Di Maio è corresponsabile alla pari di Salvini dell’ondata xenofoba, della criminalizzazione delle Ong, del fatto che i fascisti facciano i loro porci comodi protetti dalle autorità e dalle esternazioni fasciste dei loro alleati.
E quindi che vogliono i M5s? Se fossero stati minimamente coerenti dovrebbero staccare la spina. Ma urlano contro il vento in favore di telecamere, ma l’alleato che flirta con i post-nazisti se lo tengono stretto.
“Anche se non parte da noi, l’AfD ha un grosso interesse a costruire un forte gruppo critico della Ue nel nuovo Parlamento europeo. In questa fase l’impulso principale viene dalla Lega di Matteo Salvini e questo ci sta bene. Vedremo come evolve la cosa, anche rispetto al Fidesz di Viktor Orban che in questa fase è ancora nel Partito popolare europeo. Ma per il momento la forza trainante in questa direzione è la Lega”.
Lo ha detto Joerg Urban, il presidente dell’AfD in Sassonia. Sul fatto che il vicepremier Luigi Di Maio abbia accusato Salvini di volersi alleare con i “negazionisti dell’Olocausto”, alludendo a AfD, Urban risponde: “Non so cos’abbia in testa Di Maio quando parla di negazionisti, ma è chiaro che i partiti in Italia funzionino esattamente come in Germania: quando non hanno più argomenti, allora ricorrono a quella che noi chiamiamo Nazi-Keule (la clava del nazismo, ndr)”.

Leggi anche:  L'estrema destra tedesca ora vuole nuove elezioni, AfD: "Scholz non può governare contro la maggioranza del popolo"

Alla domanda su che cosa abbiano in comune con la Lega, risponde: “Entrambi vogliamo ridimensionare le competenze dell’Ue, riportando a livello nazionale molte decisioni. Certo su temi concreti di politica economica e sociale ci sono differenze. Ma in questa fase hanno un ruolo secondario. Ciò che conta è rinazionalizzare molte delle attuali competenze dell’Unione, cioè ri-trasferire sovranità da Bruxelles agli Stati”.

Native

Articoli correlati