Matteo Salvini e i suoi troppi 'coglioni'

Questa è dunque l'Italia dei coglioni che danno del coglione agli altri. Ma quanti possono essere questi italiani coglioni? Riflessioni sul video di Verona

Il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini con senatori della Lega in Senato dopo il voto

Il vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini con senatori della Lega in Senato dopo il voto

David Grieco 1 aprile 2019
Da quasi un anno ormai, il Governo della Demenza e della Propaganda sta cercando di convincerci che gli italiani sono ignoranti, razzisti e fascisti peggio di qualunque altro popolo al mondo.
Parliamo di italiani che purtroppo esistono, intendiamoci. Ma stiamo parlando della feccia della nostra società.
Il video che mostra il giovane con la barba e il cane da combattimento al guinzaglio che a Verona fa il saluto romano ripetendo come un mantra "Salvini uno di noi!" e decide poi di minacciare una poliziotta (cioè una "dipendente" dello stesso ministro degli interni) apostrofandola come "cogliona!", va mostrato nelle scuole. Se questo ominide fosse veramente un rappresentante del popolo di cui parla Salvini, dall'Italia si potrebbe soltanto fuggire.
Anche a Pisa in questi giorni è stato segnalato un episodio orrendo ai confini della realtà.
Una dottoressa italiana, di madre ugandese, ha risposto a un annuncio di affitto di un appartamento dove era stato specificato "per italiani". "Sono italiana ma sono un po' scuretta. Potrebbe essere un problema?", ha scritto la donna. E dall'altra parte, il proprietario del suddetto appartamento ha finito per risponderle così: "Non rompere i coglioni alla gente perché sì, qua siamo italiani, razzisti e fascisti se lo vuoi sapere. Viva l'Italia!".
Questa è dunque l'Italia dei coglioni che danno del coglione agli altri. Ma quanti possono essere questi italiani coglioni? La maggioranza, il 50 per cento, il 40 per cento, il 30 per cento come vorrebbe farci credere la propaganda di Matteo Salvini? Dai Salvini, non scherziamo. Il primo a non crederci sei tu, altrimenti saresti il più coglione di tutti.
E infatti sei preoccupato, molto preoccupato. Fino ad ora non hai fatto un tubo, Salvini. Niente di niente. Solo propaganda. Se in autunno sarai ancora al governo quando scopriremo che ci avrai portati tutti, tutti noi coglioni italiani che si lasciano governare da te, al collasso definitivo, saranno proprio i tuoi coglioni preferiti, quelli analfabeti, razzisti e fascisti con la bava alla bocca, a venirti a cercare.