L'anticomunista Casini accanto a Togliatti e Gramsci: che si fa per un seggio...
Top

L'anticomunista Casini accanto a Togliatti e Gramsci: che si fa per un seggio...

L'ex centrista di che guardava a destra, alleato di Berlusconi ora è candidato nel Pd a Bologna. Trasformismi moderni

L'anticomunista Casini accanto a Togliatti e Gramsci: che si fa per un seggio...
Preroll

globalist Modifica articolo

17 Febbraio 2018 - 16.38


ATF

La politica è l’arte del possibile? Certo. Ma anche l’arte del trasformismo, di quello che era vero ieri è falso oggi e viceversa.

Così mentre il Renzi prima maniera se la prendeva con gli inciuci e prometteva solennemente di non fare compromessi con Casini, oggi il Pd candida nella ex ‘rossa’ Bologna proprio Pierferdinando Casini, il democristiano a lungo berlusconiano, faro dei centristi che guardavano a destra e che – come qualcuno ha ricordato – un tempo saltellava con Berlusconi cantando ‘chi non salta comunista è’.


Ed ecco il Pierferdinando nazionale immortalato sotto ai ritratti di Togliatti, Gramsci, Di Vittorio e Giacomo Matteotti. 


Liberi e Uguali non ha perso l’occasione: chi è l’intruso?

Secondo il nostro giudizio, però, l’intruso non è Casini. In una sede dell’attuale Pd gli intrusi sono Togliatti, Gramsci, Di Vittorio e Giacomo Matteotti. Comunisti, socialista e soprattutto si sinistra.

Leggi anche:  Vandalizzato il monumento a Giacomo Matteotti: "Pericolosi rigurgiti fascisti attraversano l'Italia"
Native

Articoli correlati