Top

La stima di Renzi per Letta: non è capace

L'attuale premier nel gennaio 2014 affermava che Letta non fosse in grado di fare il presidente del Consiglio, ma più adatto al Quirinale.

La stima di Renzi per Letta: non è capace

Desk2

10 Luglio 2015 - 17.03


Preroll

Il Fatto Quotidiano ha pubblicato oggi in prima pagina le intercettazioni di colloqui tra il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il comandante interregionale della Guardia di finanza Matteo Adinolfi, relative all’inchiesta Cpl Concordia. “Lui non è capace, non è cattivo, non è proprio capace. E quindi… però l’alternativa è governarlo da fuori…”, “sarebbe perfetto” per il Quirinale, “l’unico problema è che… bisogna aspettare agosto del 2016. Quell’altro non c’arriva, capito? Me l’ha già detto”, afferma Matteo Renzi riferendosi a Enrico Letta (“non è capace) e Giorgio Napolitano, nell’intercettazione di una telefonata dell’11 gennaio 2014 con Adinolfi. “La settimana prossima sarà un po’ decisiva perché vediamo se riusciamo a chiudere l’accordo sul governo”, dice Renzi, “Rimpastino sicuro. Rimpastone, no rimpastino!”. Renzi si riferisce a Enrico Letta, allora presidente del Consiglio, dicendo che “non è capace”, ma “sarebbe perfetto” come presidente della Repubblica. Tuttavia questa ipotesi non è realizzabile fino ad “agosto 2016” (quando Letta compirà 50 anni soglia minima per l’elezione al Colle, ndr). “Il numero uno (Giorgio Napolitano, ndr) anche se mollasse… – dice Renzi – poi il numero uno ce l’ha a morte con Berlusconi per cui… e Berlusconi invece sarebbe più sensibile a fare un ragionamento diverso”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Ecco l’intera intercettazione riportata da [i]ilfattoquotidiano.it[/i]

Renzi (R): Signor generale!

Middle placement Mobile

Adinolfi (A): Mi dicono fonti solitamente ben informate che ti stai avviando anche tu verso una fase di rottamazione.

Dynamic 1

R: È la disinformatia del partito…

A: Come stai amico mio? Tanti auguri, tanti auguri e complimenti. Matteo, spero di vederti in qualche occasione.

Dynamic 2

R: Con molto, molto piacere. La settimana prossima sarà un po’ decisiva perché vediamo se riusciamo a chiudere l’accordo sul governo. E…

A: Rimpastino?

Dynamic 3

R: Sì, sì. Rimpastino sicuro. Rimpastone, no rimpastino! Il problema è capire anche… se mettere qualcuno dei nostri…

A: È lì il punto! O stare fuori, va bene?

Dynamic 4

R:No, bisogna star dentro.

A: Oppure stare dentro.

Dynamic 5

R: Stare dentro però rimpastone.

A: Significa arrivare al 2015.

R: E sai, a questo punto, c’è prima l’Italia, non c’è niente da fare. Mettersi a discutere per buttare all’aria tutto, secondo me alla lunga sarebbe meglio per il Paese perché lui è proprio incapace, il nostro amico. Però…

A: È niente, Matteo, non c’è niente, dai, siamo onesti.

In sostanza Renzi anticipa a un generale, non un suo consulente ma al limite un suo controllore, una strategia che nessuno ha mai svelato: la staffetta (il “rimpastone”) con un risarcimento, il Quirinale nel 2017, per l’inquilino sfrattato da Palazzo Chigi. Proposta rifutata. Due i problemi, spiega Renzi al generale: Letta jr ha 46 anni, dovrebbe aspettarne tre per il compimento dei 50, soglia minima per il Colle, e non si fida. Inoltre “il numero uno” alias Napolitano, giustamente, è contrario.

R: Lui non è capace, non è cattivo, non è proprio capace. E quindi… però l’alternativa è governarlo da fuori…

A: Secondo me il taglio del Presidente della Repubblica.

R: Lui sarebbe perfetto, gliel’ho anche detto ieri.

A: E allora?

R: L’unico problema è che … bisogna aspettare agosto del 2016. Quell’altro non c’arriva, capito? Me l’ha già detto.

A: Sì sì, certo certo.

R: Quell’altro 2015 vuole andar via e … Michele mi sa che bisogna fare quelli che… che la prendono nel culo personalmente… poi vediamo magari mettiamo qualcuno di questi ragazzi dentro nella squadra… a sminestrare un po’ di roba.

A: Sì sì, ho capito.

R: Purtroppo si fa così.

A: Non ci sono alternative, perché quello, il numero uno non molla e quindi che fai?

Renzi conferma che Napolitano è contrario e aggiunge: Berlusconi è favorevole. Il patto del Nazareno c’era già 8 giorni prima di essere siglato. L’incontro Renzi-Berlusconi è del 18 gennaio, ma fu annunciato il 16, cinque giorni dopo la telefonata.

R: E poi il numero uno anche se mollasse… poi il numero uno ce l’ha a morte con Berlusconi per cui… e Berlusconi invece sarebbe più sensibile a fare un ragionamento diverso. Vediamo via, mi sembra complicata la vicenda.

A: Matteo, intanto t’ho mandato una bellissima cravatta.

R: Grazie.

A: (…) Se vuoi il colore lo puoi cambiare, ci sono dei rossi e dei neri, va bene? (ride)

R:No ma va bene, poi io amo il calcio minore per cui va bene.. un abbraccio forte.

A: Che stronzo! Ciao, ciao. Buon compleanno, buona giornata.

Per comprendere l’ultimo passaggio bisogna sapere che Adinolfi è milanista e amico fraterno di Adriano Galliani da trenta anni.

“Le frasi di Renzi si commentano da sole”. Cosi’ Enrico Letta, contattato telefonicamente, risponde a una richiesta di commentare le frasi su di lui pronunciate da Matteo Renzi nel gennaio 2014.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile