Sei giovani marocchini aggrediscono, rapinano e torturano un connazionale senzatetto: arrestati
Top

Sei giovani marocchini aggrediscono, rapinano e torturano un connazionale senzatetto: arrestati

Verona, i sei connazionali lo hanno sorpreso senza dargli il tempo di reagire, e dopo averlo immobilizzato legandogli mani e piedi, si sono scagliati contro di lui con bastoni e bottiglie

Sei giovani marocchini aggrediscono, rapinano e torturano un connazionale senzatetto: arrestati
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Giugno 2024 - 09.42


ATF

A Verona cinque giovani di origine marocchina sono stati arresti con l’accusa di rapina aggravata, tortura e lesioni permanenti ai danni di un connazionale senza fissa dimora. Ricercato un sesto uomo, con le stesse accuse.

I fatti sono avvenuti in un edificio abbandonato dove la vittima stava dormendo. I sei connazionali lo hanno sorpreso senza dargli il tempo di reagire, e dopo averlo immobilizzato legandogli mani e piedi, si sono scagliati contro di lui con bastoni e bottiglie ferendolo gravemente, fino a provocargli una deformazione permanente al viso. Prima che il giovane riuscisse a scappare, lo hanno rapinato dello smartphone e di 400 euro.

Il 26enne marocchino vittima dell’agguato, si era reso protagonista, lo scorso 19 maggio, del vano tentativo di salvataggio di un ragazzo somalo finito nel canale Camuzzoni che risulta tuttora disperso. In quel tragico evento, era annegato anche un altro ragazzo, originario del Benin, il cui corpo era stato recuperato poche ore dopo nelle acque del canale.  

Leggi anche:  Estremisti di destra: sette arresti a Verona che l'aggressione a tifosi marocchini e a militanti di sinistra
Native

Articoli correlati