Uccise Rossella Nappini in casa: "Adil Harrati voleva sposarla per ottenere la cittadinanza italiana"
Top

Uccise Rossella Nappini in casa: "Adil Harrati voleva sposarla per ottenere la cittadinanza italiana"

Adil Harrati ha ucciso Rossella Nappini perché non accettava la fine della relazione che aveva instaurato per ottenere anche la sua regolarizzazione sul territorio italiano. 

Uccise Rossella Nappini in casa: "Adil Harrati voleva sposarla per ottenere la cittadinanza italiana"
Rossella Nappini e Adil Harrati
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Aprile 2024 - 14.37


ATF

Adil Harrati, 45enne marocchino, il 4 settembre del 2023 uccise l’infermiera Rossella Nappini con una serie di coltellate nella sua casa del quartiere Monte Mario a Roma. Gli inquirenti hanno stabilito il movente dell’omicidio. L’uomo ha ucciso perché non accettava la fine della relazione che aveva instaurato per ottenere anche la sua regolarizzazione sul territorio italiano. 

La pm Claudia Alberti ha formulato la tesi nella prima udienza del processo, davanti alla Corte di Assise di Roma. Nei confronti dell’imputato l’accusa è di omicidio aggravato dalla premeditazione e crudeltà contro una persona «a cui era legato da relazione affettiva cessata».

Il rappresentante dell’accusa ha affermato che «l’imputato sperava nel proseguimento della relazione, si era ipotizzato un matrimonio che consentisse la regolarizzazione della posizione. La chiusura della relazione, e dunque la vanificazione dell’intento dell’Harrati, è stato uno dei motivi dell’omicidio, un delitto commesso con 56 coltellate». 

I giudici hanno ammesso come parti civili i figli, la mamma e la sorella della vittima e l’associazione «Insieme a Marianna» e l’associazione italiana vittime vulnerabili di reato. 

Leggi anche:  Turetta spiava Giulia Cecchettin con un'app installata sul suo cellulare: contestata l'aggravante della premeditazione
Native

Articoli correlati