Sesso con uno studente di 14 anni, in manette la professoressa 36enne: è accusata di abusi sessuali
Top

Sesso con uno studente di 14 anni, in manette la professoressa 36enne: è accusata di abusi sessuali

La professoressa avrebbe plagiato il suo studente fino a indurlo ad accusare la madre di inesistenti maltrattamenti, solo per passare una notte insieme.

Sesso con uno studente di 14 anni, in manette la professoressa 36enne: è accusata di abusi sessuali
Banchi di scuola
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Novembre 2023 - 15.31


ATF

Una professoressa di 42 anni – che all’epoca dei fatti ne aveva 36 – è stata condannata a tre anni e dieci mesi di carcere per aver intrattenuto una relazione sessuale con un suo allievo. La donna era accusata di abusi sessuali su minore e atti persecutori. 

I giudici non hanno creduto alla tesi difensiva di un rapporto alla pari tra l’insegnante, classe 1981, residente a Savigliano, e un quattordicenne che le era stato affidato durante una docenza di sostegno. Per la donna, all’epoca 36enne, la procura aveva chiesto una condanna a sette anni.

Secondo il pm avrebbe plagiato il suo protetto fino a indurlo ad accusare la madre di inesistenti maltrattamenti, solo per passare una notte insieme alla prof-amante. Una prassi, quella di recarsi a casa dell’insegnante, ripetutasi durante tutte le vacanze di Natale, in teoria perché l’adolescente doveva preparare da privatista l’esame di terza media. 

Più tardi sarebbe arrivata la scoperta di foto e messaggi hard sul telefonino, da parte della madre di lui. La relazione sarebbe andata avanti per mesi, un’infatuazione che aveva indotto la donna a tatuarsi il nome dell’allievo. L’accusata ha ammesso in aula i rapporti sessuali, collocandoli però in un periodo successivo, quando i due non erano più alunno e docente.

Leggi anche:  Il governo vieta l'uso di cellulari e tablet nelle scuole elementari e medie: seguita l'indicazione dell'Unesco

Nella sentenza di primo grado è disposto anche il pagamento di 30mila euro alla parte civile, a titolo di risarcimento. L’insegnante, sospesa e poi rientrata in servizio, è stata dichiarata interdetta in perpetuo da incarichi in scuole di ogni ordine e grado.  

Native

Articoli correlati