Rifiuti a Roma, Gualtieri: "Non è più emergenza, entro pochi anni il problema sarà risolto"
Top

Rifiuti a Roma, Gualtieri: "Non è più emergenza, entro pochi anni il problema sarà risolto"

Rifiuti a Roma, il sindaco Gualtieri: "Abbiamo approvato un Piano Rifiuti che ha l'ambizione di portare entro pochi anni la città fuori dall'emergenza permanente".

Rifiuti a Roma, Gualtieri: "Non è più emergenza, entro pochi anni il problema sarà risolto"
Roberto Gualtieri
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Giugno 2023 - 11.19


ATF

A Roma la situazione spazzatura continua a essere su livelli di guardia. Cassonetti sempre pieni e strade spesso ornate da sacchetti e mondezza. Una situazione che il sindaco Roberto Gualtieri insieme all’assessora ai Rifiuti Sabrina Alfonsi hanno voluto spiegare in un intervento a La Stampa .

«Nessuno vuole far finta di non vedere i problemi di pulizia e decoro della città che ci sono ancora e che vanno risolti. Ma il tema non è di quelli che si possono trattare facendo facile ironia, o peggio ancora, attribuendo ai personaggi famosi che postano sui social la foto del cassonetto ricolmo il ruolo di ultimi difensori del decoro di Roma».

«Qui nessuno ha alzato le mani davanti a un fantomatico destino ineluttabile e respingere al mittente questa narrazione di Roma come città abulica e rassegnata al peggio è il motivo principale per cui ho deciso di replicare. Noi non ci siamo affatto arresi, né rassegnati al luogo comune che Roma non può essere cambiata. Abbiamo approvato un Piano Rifiuti che ha l’ambizione di portare entro pochi anni la città fuori dall’emergenza permanente, grazie alla costruzione degli impianti necessari».

Leggi anche:  Pietro Genovese rinviato a giudizio per evasione dai domiciliari: nel 2019 aveva investito e ucciso due 16enni

«Qualche risultato si è già visto. Roma non è più nella fase di emergenza che abbiamo visto ripetersi negli anni scorsi. Certo, c’è ancora tanto da fare. Bisogna tenere alta la guardia, perché la spinta al miglioramento, lento ma continuo, non si esaurisca, e soprattutto che non abbiano spazio i tentativi di fermare il rinnovamento da parte di chi vuole mantenere lo status quo o pensa di poter trattare una materia complessa come quella dei rifiuti in modo ideologico». 

Native

Articoli correlati