"Ti faccio a pezzi, africana": a processo la vicina di casa per insulti razzisti e stalking
Top

"Ti faccio a pezzi, africana": a processo la vicina di casa per insulti razzisti e stalking

Pavia, una 35enne eritrea e cittadina italiana, è stata minacciata e insultata ripetutamente dalla vicina di 68 anni, con epiteti razzisti. I rapporti tra le due donne sarebbero peggiorati a causa di banali questioni condominiali.

"Ti faccio a pezzi, africana": a processo la vicina di casa per insulti razzisti e stalking
Un'aula di tribunale
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Aprile 2023 - 10.52


ATF

Pavia, una 35enne eritrea e cittadina italiana, è stata minacciata e insultata ripetutamente dalla vicina di 68 anni, con epiteti razzisti. ”Ti faccio a pezzi, torna a casa tua, africana…”, sono alcuni dei vituperi lanciati dalla donna, ora finita a processo per minaccia e stalking condominiale. Secondo l’accusa, l’episodio è solo l’ultimo di una serie di di atti persecutori che la 68enne avrebbe attuato anche contro altri inquilini del palazzo, una casa popolare in via Sicilia. 

L’avvocato Luigi Cirillo, legale di parte civile, sostiene che “la situazione è diventata insostenibile: la mia assistita a causa di queste angherie, e per la necessità di tutelare il figlio minorenne, è stata più volte costretta ad andare a dormire da parenti”. L’avvocato Chiara Pedrazzi, legale della donna rinviata a giudizio, contesta la ricostruzione dei fatti. I rapporti tra le due donne sarebbero peggiorati a causa di banali questioni condominiali, come i rumori provenienti dai rispettivi appartamenti o le recriminazioni per oggetti lasciati negli spazi comuni del condominio. 

Leggi anche:  Quando Montanelli raccontò: sposai in Africa una bambina di 12 anni comprandola
Native

Articoli correlati