Top

Processo Open Arms a Salvini, il medico: "A bordo era difficile mantenere la calma"

Vincenzo Asaro, dirigente medico di Agrigento: "L'equipaggio della Open Arms faceva fatica a mantenere la calma sulla nave"

Processo Open Arms a Salvini, il medico: "A bordo era difficile mantenere la calma"
La nave Open Arms

globalist

8 Aprile 2022 - 13.00


Preroll

Il dirigente medico di Agrigento Vincenzo Asaro proseguendo la deposizione al processo al senatore leghista Matteo Salvini, ha dichiarato: “L’equipaggio della Open Arms faceva fatica a mantenere la calma sulla nave Open Arms” in riferimento ai giorni di agosto 2019. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Alla domanda del Presidente del Tribunale, Roberto Murgia se i profughi, quasi 150 in tutto, fossero in grado di arrivare in Spagna, il medico risponde: “È difficile da potere dire, quello che più preoccupava era non tanto lo stato di salute fisico ma quello psicologico dei profughi a bordo. Non so come avrebbero reagito a un viaggio in Spagna. Psicologicamente erano molto provati”.

Middle placement Mobile

Poi nel controesame dell’avvocata Giulia Bongiorno, legale di Matteo Salvini, ha detto: “Dal punto di vista fisico la situazione dei profughi poteva essere più contenuta, una donna accusò un malore”. Sulla condizione dei bagni, il medico dice: “non erano sporchi, erano decorosi”.

Dynamic 1

E parlando ancora delle condizioni della nave ha spiegato: “Quando facemmo il sopralluogo c’era una catasta di rifiuti”. “I profughi erano in condizioni molto precarie, è verosimile che non avessero neppure modo di cambiarsi gli indumenti intimi. Cercavamo di avvicinarsi a me per raccontarmi i loro problemi di salute”. E conclude: “Ricordo che provammo un sentimento di grande tristezza vedendoli. Erano in una condizione di mancanza di tutto”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile