Top

Speranza è nuovamente preoccupato: "Oggi il Cdm dovrà prendere ulteriori decisioni per non farci travolgere"

Il ministro ha invitato ad accelerare sulle terze dosi: "Sono ancora più importanti contro Omicron". Ma i numeri sulle vaccinazioni sono "molto incoraggianti"

Speranza è nuovamente preoccupato: "Oggi il Cdm dovrà prendere ulteriori decisioni per non farci travolgere"
Il ministro Speranza

globalist

14 Dicembre 2021 - 10.28


Preroll

Il Covid sta costringendo l’Italia a prolungare lo stato d’emergenza fino al 31 marzo del 2022 e il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo a un seminario sulle cure palliative: “Oggi in Cdm ci saranno ulteriori scelte sull’emergenza che stiamo vivendo”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Sono ore non semplici. Sarebbe un’illusione pensare che la sfida del Covid appartenga al passato, è una sfida presente: i numeri dei contagi sono in crescita da diverse settimane”.

Middle placement Mobile

È attesa una proroga dello stato d’emergenza al 31 marzo, proprio per fronteggiare l’avanzata della variante Omicron, che già in alcuni Paesi d’Europa sta dilagando.

Dynamic 1

“Le terze dosi sono ancora più importanti per fronteggiare la variante Omicron, lo stiamo vedendo dai dati che arrivano” ha sottolineato il ministro, che invita ad accelerare sulle somministrazioni del booster.

“I numeri di questi giorni sono molto incoraggianti. Ieri mezzo milione di dosi di vaccino anti-Covid inoculate. In totale sono state superate i 100 milioni di dosi di vaccino somministrate. E anche per le prime dosi, nelle ultime settimane ce ne sono state 450mila. Molte le prenotazioni anche per i più piccoli” sottolinea Speranza. “Dobbiamo fidarci dei nostri pediatri, che sono fra i migliori al mondo”.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage