Altre morti bianche in Italia: incidenti sul lavoro nel Lazio e in Puglia
Top

Altre morti bianche in Italia: incidenti sul lavoro nel Lazio e in Puglia

Nel Foggiano un addetto è stato investito in autostrada. Due morti poi a Mesagne (Brindisi) e Roma: il primo è rimasto schiacciato dalle macerie, il secondo è precipitato da un'impalcatura

Morti sul lavoro
Morti sul lavoro
Preroll

globalist Modifica articolo

29 Settembre 2021 - 15.38


ATF

Ennesima giornata drammatica per le morti bianche in Italia. A Roma un operaio ha perso la vita precipitando da un’impalcatura in un cantiere.
E’ accaduto in viale America all’Eur. Sembra che il 47enne sia caduto dall’undicesimo piano. Inutili i soccorsi. Altri due incidenti sul lavoro in Puglia, con una vittima nel Foggiano e una nel Brindisino. 
L’incidente nel Foggiano – Nel tratto autostradale tra Poggio Imperiale (Foggia) e San Severo della A14 Bologna-Taranto, in direzione di Bari c’è stato un drammatico incidente. Poco prima delle 8 un addetto di una ditta esterna è morto dopo essere stato investito da un mezzo pesante durante la fase di installazione di un cantiere “correttamente presegnalato”.
L’incidente nel Brindisino – Un muratore di 42 anni, Benito Branca, è morto mentre stava ristrutturando una palazzina a Mesagne, in provincia di Brindisi. L’uomo si trovava sul marciapiedi, quando sono crollati l’impalcatura, il balcone e parte del solaio le cui macerie lo hanno schiacciato. In pochi istanti si è creato un cumulo di detriti. I presenti hanno iniziato a scavare a mani nude, ma per il 42enne non c’è stato nulla da fare.
Lunedì il tavolo sulla sicurezza sul lavoro – Solo martedì le morti sul lavoro in Italia erano state sei. E proprio sul tema sicurezza sul lavoro lunedì si era tenuto un tavolo tra governo e sindacati. L’esecutivo ha annunciato l’intenzione di intervenire con un decreto per la sospensione dei posti del lavoro in caso di violazioni delle regole di sicurezza, “per dare la possibilità all’azienda di mettersi a norma”.
Si è deciso, tra le altre cose, di realizzare una banca dati centrale per gli infortuni.

Leggi anche:  Alla Sapienza la polizia carica il corteo pro-Palestina: scontri
Native

Articoli correlati