Top

Cala l'indice Rt, ma cresce l'incidenza: ecco tutti i dati Covid in Italia

Sono dieci le regioni a rischio moderato. L'indice Rt in una settimana passa da 1,1 a 1,01, l'incidenza da 74 a 77 abitanti ogni 100mila

Dati Covid in Italia
Dati Covid in Italia

globalist

27 Agosto 2021 - 10.19


Preroll

Resta sotto controllo l’attacco della variante Delta: in peggioramento alcuni parametri, in miglioramento altri.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Scende, seppur di poco, l’indice di trasmissibilità del coronavirus in Italia. Secondo il monitoraggio settimanale di Istituto superiore di sanità e ministero della Salute, il valore Rt passa da 1,1 della scorsa settimana a 1,01.

Middle placement Mobile

L’ulteriore ribasso conferma una tendenza in atto già da alcune settimane. Lieve aumento invece per l’incidenza nazionale, con 77 casi ogni 100mila abitanti per il periodo 20-26 agosto, rispetto ai 74 casi di 7 giorni prima.

Dynamic 1

Rischio moderato per 10 Regioni – Sono 10 Regioni e le province autonome che risultano classificate a rischio moderato nel monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute e la Sicilia, che dovrebbe diventare gialla da lunedì, è classificata a rischio moderato ma con “un’alta progressione di escalation nei prossimo 30 giorni”.

Le restanti 11 Regioni risultano classificate a rischio basso. Oltre la Sicilia che ha superato le soglie per i ricoveri (19.4%) e le intensive (12.1%), il rischio moderato riguarda Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte, Trento, Puglia, e Valle d’Aosta.

Dynamic 2

Nessun ente locale sopra la soglia critica – Nessuna Regione/PA supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è in aumento al 5,7% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute), con il numero di persone ricoverate in aumento da 423 (17/08/2021) a 504 (24/08/2021).

Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale aumenta al 7,1%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in aumento da 3.472 (17/08/2021) a 4036 (24/08/2021).

Dynamic 3

Opportuno tracciamento e contenimento casi – La circolazione della variante delta è ormai largamente prevalente in Italia. Questa variante è dominante nell’Unione Europea ed è associata a un aumento nel numero di nuovi casi di infezione anche in altri paesi con alta copertura vaccinale. Una più elevata copertura vaccinale e il completamento dei cicli di vaccinazione rappresentano gli strumenti principali per prevenire ulteriori recrudescenze di episodi di aumentata circolazione del virus sostenuta da varianti emergenti con maggiore trasmissibilità. .

Pertanto “è opportuno realizzare un capillare tracciamento e contenimento dei casi, mantenere elevata l’attenzione ed applicare e rispettare misure e comportamenti per limitare l’ulteriore aumento della circolazione virale”, spiega l’Istituto superiore di sanità.

Dynamic 4
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile