Dolore e affetto: anche oggi in tantissimi rendono omaggio a Gino Strada

Fila nella camera ardente allestita a 'Casa Emergency', in via Santa Croce, zona Ticinese.

La camera ardente di Gino Strada

La camera ardente di Gino Strada

globalist 22 agosto 2021

Una partecipazione piena di dolore ma soprattutto di affetto e di riconoscenza: in una Milano svuotata dal caldo d'agosto c’è stata una enorme affluenza per dare l'ultimo saluto a Gino Strada, le cui ceneri sono esposte nella camera ardente allestita a 'Casa Emergency', in via Santa Croce, zona Ticinese.

Dopo gli oltre tremila visitatori di ieri, infatti, non si affievolisce l'affetto nei confronti del medico chirurgo, anzi aumenta, con il lungo serpentone che si allunga addirittura fino al vicino parco delle Basiliche di piazza Vetra.

Quella odierna è stata la seconda giornata di apertura della camera ardente dedicata a Gino Strada, la quale rimarrà a disposizione dei visitatori fino alle 22 di oggi e poi dalle 10 alle 14 di domani.

Tra i primi a rendere omaggio al fondatore di Emergency questa mattina, il conduttore televisivo Fabio Fazio e il fondatore della Fondazione Exodus, don Antonio Mazzi.