Dopo la morte di De Donno Red Ronnie soffia sul complottismo: "Montesano mi ha detto che..."

La galassia no vax e negazionista si è scatenata dopo il suicidio del medico di Mantova ed esce fuori il meglio del peggio

Red Ronnie, Giuseppe De Donno

Red Ronnie, Giuseppe De Donno

globalist 30 luglio 2021
Ormai il complottismo si taglia con il coltello, ma è un complottismo per certi versi peggiore delle teorie terrapiattiste. 
Red Ronnie è tornato all'attacco dopo la notizia del suicidio di Giuseppe De Donno, l'ex primario di pneumologia dell'ospedale di Mantova, principale fautore della cura con plasma iperimmune per il coronavirus ed evoca la resistenza.
L'ex conduttore di 'Roxy Bar' ha postato un tweet che rimanda a un suo vocale su Telegram dove dice: "Ieri ho ricevuto un messaggio da parte del professor Stefano Montanari con su scritto: 'Se diranno che io mi sono suicidato, sappi che non è vero'''.
''Io l'ho inoltrato all'avvocato di Comicost, Moriggia, che si batte per la libertà e mi ha detto: 'Cavolo, bello, da ora in poi tutti i leader della 'Resistenza' dichiareranno pubblicamente che non si suicideranno'. Poi l'ho mandato a Montesano e lui ha alzato il tono e mi ha detto: 'Giusto, cominciamo: 'Se dovessi essere investito da un'auto sappiate che ho fatto di tutto per schivarla'''.