Top

Rezza ammette: "Le riaperture rischiano di far di risalire i contagi Covid"

Il responsabile della prevenzione del ministero della Salute: "Ora c'è un sistema di allerta precoce"

Giovanni Rezza
Giovanni Rezza

globalist Modifica articolo

18 Aprile 2021 - 09.40


Preroll

Rezza non può contestare una scelta che è politica, come quella relativa alle riaperture, ma in modo prudente non nasconde una certa perplessità.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Con la ripresa delle attività, infatti, si rischia una nuova crescita della curva epidemica, “ma abbiamo un sistema di allerta precoce, per intervenire subito”: così il capo della Prevenzione del ministero alla Salute e membro del Cts, Gianni Rezza, in un’intervista a Repubblica.

Middle placement Mobile

“Abbiamo ancora oltre 300 morti e 15mila casi al giorno – ha ricordato – stiamo facendo delle riaperture in un momento in cui la curva sta flettendo leggermente.
Il rischio c’è. Quello accettabile per un epidemiologo è zero, per un economista può essere invece 100 e per chi campa con un’attività che ha dovuto chiudere è ancora più elevato. È legittimo che la politica trovi una sintesi, dopodiché nessuno oggi può escludere che facendo ripartire scuole e altre attività la curva risalga”.

Dynamic 1

“A meno che non intervengano fattori esterni, come l’allargamento della vaccinazione”, ha precisato Rezza.

Comunque, ha assicurato il membro del Cts, “noi abbiamo un sistema di allerta precoce, che consente di attuare misure restrittive prima che la curva riparta”.

Dynamic 2

 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile