La provocazione della Lega a Firenze: uscirà dall'aula durante l'intervento di Bartolo

L'annuncio della Lega è una mancanza di rispetto vergognosa nei confronti del lavoro di un uomo che ha salvato innumerevoli vite e che ha fatto della solidarietà la sua missione

Pietro Bartolo

Pietro Bartolo

globalist 23 febbraio 2021
Sputare in faccia al lavoro di un uomo che ha salvato innumerevoli vite e che ha fatto della solidarietà la sua missione. Questo ha annunciato che farà domani la Lega, abbandonando l'aula del Consiglio Comunale di Firenze dove è invitato a parlare Pietro Bartolo, ex medico di Lampedusa e ora europarlamentare Pd. 
Per il gruppo Pd, invece, la presenza del medico di Lampedusa resta un onore. "Bartolo è stato tra gli europarlamentari che si sono recati di persona al confine tra Bosnia e Croazia per vedere da vicino quanto sta accadendo in quella zona e al campo profughi di Lipa. È un testimone prezioso e autorevole, quindi, per affrontare questa tematica sulla quale come Pd abbiamo detto fin da subito che vogliamo tenere i riflettori accesi, rilanciando l'appello che ha fatto anche il sindaco Nardella", sottolineano il capogruppo Nicola Armentano e la vicecapogruppo, Letizia Perini.
"Bartolo peraltro da sempre si è distinto su queste battaglie, per l'accoglienza e la solidarietà tra i popoli, lo ha fatto, prima che da politico, da medico a Lampedusa, salvando migliaia di bambini, donne e uomini sbarcati sull'isola. Un impegno, il suo, che è stato oggetto di apprezzamento e riconoscimenti. Una figura che merita grande rispetto e stima", concludono i dem.