Alcuni ristoratori vogliono fregarsene di 500 morti al giorno e annunciano: "Il 15 #ioapro"

Per organizzarsi meglio è già nato un gruppo su Telegram: “Venerdì 15 ci sarà in tutta Italia #IoApro che coinvolgerà ristoranti, bar, palestre e tutte le attività al collasso"

#Ioapro

#Ioapro

globalist 11 gennaio 2021
Non si prevedono sconti alle misure di restrizioni per bar e ristoranti, nemmeno dal prossimo 16 gennaio e sul web è partita una campagna di protesta sotto l'esplicativo hashtag #ioapro. Per organizzarsi meglio è già nato un gruppo su Telegram: “Venerdì 15 ci sarà in tutta Italia #IoApro che coinvolgerà ristoranti, bar, palestre e tutte le attività al collasso. Il tutto avverrà nel pieno rispetto delle regole (distanziamento, mascherine, gel). Piena tutela legale gratuita per tutti. Oltre 30mila esercenti hanno aderito ed il numero è in vertiginosa salita”, si legge nei vari post che circolano in rete. 
Al momento le tre città dove si è registrato un maggior numero di adesioni sono Napoli, Cagliari e Modena.