Top

Unioni civili, il cardinale Mueller contro Francesco: “Non è possibile riconoscerle, ha creato confusione”

Il porporato messo in pensione dal Papà sostiene che Bergoglio parla solo con chi fa propaganda Lgbt. E tuona contro la Cina, il comunismo e anche contro Biden

<picture> Papa Francesco e il cardinale Mueller </picture>
Papa Francesco e il cardinale Mueller

globalist

23 Ottobre 2020


Preroll

“Non è possibile” riconoscere le unioni civili tra persone dello stesso sesso, secondo il cardinale conservatore Gerhard Ludwig Mueller, e le parole del Papa “hanno provocato una confusione nella dottrina cattolica”.
Dopo Burke anche un altro esponente dell’ala tradizionalista della Chiesa cattolica va all’attacco frontale di Bergoglio.
La Chiesa non può riconoscere le unioni civili? “Non è possibile per un pensiero cristiano. Per questo la Chiesa si è sempre opposta: anche lo Stato laico deve rispettare la legge naturale, riconoscere i diritti fondamentali degli umani”, sostiene al Corriere della Sera il porporato che Benedetto XVI chiamò a capo della congregazione per la Dottrina della fede e Francesco ha prepensionato. “Le unioni civili per la Chiesa non significano nulla”, spiega a Repubblica. “Esistono amicizie non-erotiche fra persone dello stesso e dell’altro sesso ed entro questo perimetro la Chiesa deve stare. Il resto non le appartiene”.
“La dottrina della Chiesa è fondata sulla parola di Dio e di Gesù. Questa parola vale di più di quella privata del Papa”, sostiene Mueller, “le sue parole hanno provocato una confusione nella dottrina cattolica”.
Francesco non si sta semplicemente facendo prossimo a tutti, omosessuali compresi? “Se è così, perché non incontra anche chi, dopo essersi definito gay, si è riappropriato della sua personalità vivendo in continenza e castità? Non dovrebbe incontrare solo chi fa propaganda Lgbt”, secondo Mueller.
Il Catechismo, afferma ancora il cardinale tedesco, “dice che le persone dello stesso sesso devono essere accompagnate con amore e amicizia. La Chiesa non ha diritto di dire altro, tantomeno di avallare per loro una qualsiasi forma di matrimonio”.
Le critiche di Mueller al Papa (il cardinale parla di “distinzione fraterna”) sono a tutto campo. Il cardinale Angelo Becciu, afferma Meuller a Repubblica, “non so se è colpevole, ma non mi piace che sia stato messo da parte prima di un processo canonico e che gli siano stati tolti i diritti del cardinalato, una cosa umiliante”.
La Cina, con la quale la Santa Sede ha appena rinnovato un accordo, “è una dittatura che vuole distruggere la Chiesa, come i regimi comunisti e chavisti a cui oggi il Vaticano guarda. Dobbiamo chiedere alla Cina conto dei diritti umani e invece abbiamo un silenzio imbarazzato. Ci vuole una enciclica profetica contro aborto, eutanasia, traffico di organi”.
E quanto alle prossime elezioni negli Stati Uniti, “va ricordato che Biden è pro aborto, eutanasia, commercio con gli organi degli embrioni uccisi”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage