Top

Forza Nuova tenta (di nuovo) di bruciare la bandiera europea per protesta: peccato fosse ignifuga

Lo hanno addirittura chiamato 'il fuoco della speranza': ma in un video dello scorso settembre qualcuno ci aveva già provato, e aveva fallito per la stessa ragione

Un frame del video
Un frame del video

globalist

10 Aprile 2020 - 17.08


Preroll

Ricordate, qualche mese fa, il video di un sovranista che tenta di dare fuoco alla bandiera europea ma non ci riesce perché ignifuga? Era diventato abbastanza virale, ma evidente non era arrivato ai tre membri di Forza Nuova che questa mattina, nella provincia di Biella, hanno tentato di ripetere l’eroico gesto con gli stessi, patetici, risultati. 
Forza Nuova aveva addirittura rilasciato un comunicato: “Pur rispettando le dovute precauzioni antivirus, ha inteso evadere momentaneamente violando la quarantena che tutto ha fermato, dal lavoro alla Messa, bruciando l’effigie di questa impossibilità di futuro: la bandiera azzurra con le stelle gialle. Bandiera che rappresenta il ricatto del ricorso all’usura del MES, il “siamo tutti italiani” della Von der Leyen che ricorda le lacrime ipocrite della Fornero, bandiera ammainata da molti sindaci e ormai odiata dalla maggioranza degli italiani perché simbolo di miseria garantita per volontà di uno strapotere straniero.”
Il comunicato stampa si conclude ricordando che “il fuoco che i nostri militanti e dirigenti hanno acceso nelle strade d’Italia è il fuoco della speranza che si riaccende solo con l’insorgenza nazionale, preludio indispensabile di quella riconquista della nostra libertà che ci vedrà protagonisti nei prossimi giorni e mesi, decisivi per il futuro di tutti noi e dei nostri figli e nipoti.”
C’è da dire che se il fuoco della speranza è questo, non siamo certo messi bene. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage