Top

"Questa Lega è una vergogna": Scampia si ribella al comizio leghista

Salvini ha preferito non andare ma nel quartiere ci sono stati striscioni e proteste contro una manifestazione dei militanti del partito di Salvini

Sardine a Scampia
Sardine a Scampia

globalist Modifica articolo

8 Febbraio 2020 - 11.46


Preroll

Salvini non è andato. Ma i leghisti sì. E hanno avuto l’accoglieza che meritano, con una citazione di Pino Daniele: ‘Questa Lega è una vergogna’: è il testo di un lungo striscione che un gruppo di persone ha srotolato da uno dei palazzi di Scampia, a Napoli, dove è in corso una manifestazione della Lega. Dall’ultimo piano del palazzo, stanno intonando cori contro i sostenitori di Salvini mentre dalla piazza rispondono con l’inno di Mameli. Da stamani la presenza di forze dell’ordine tutto intorno alla piazza è massiccia.
Che i sostenitori di un figuro che fino all’altro ieri non festeggiava la Festa della Repubblica e apparteneva ad un partito il cui leader diceva di ‘pulirsi il culo’ con il tricolore ora cantino l’inno di Mameli fa semplicemente ridere.
Lo striscione calato da uno dei palazzi, proprio di fronte alla piazza dove la Lega ha allestito un gazebo, recava le firme di Comitato Le Abele e Insurgencia. Anche in altre strade del quartiere sono apparsi striscioni contro la Lega. Uno, grande e arancione, e’ stato affisso su una delle vele con la scritta: “Meglio mille giorni da clandestini che uno da Salvini”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile