Vergogna in Veneto: bambino disabile escluso dalla mensa e costretto a mangiare da solo
Top

Vergogna in Veneto: bambino disabile escluso dalla mensa e costretto a mangiare da solo

A causa di un montacarichi rotto e mai riparato il bambino non poteva accedere alla mensa. Il presidente Zaia: "è una vergogna per la scuola e per il nostro Paese"

Il montacarichi rotto escludeva il bambino dai suoi compagni
Il montacarichi rotto escludeva il bambino dai suoi compagni
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Maggio 2018 - 16.39


ATF

Da un anno era costretto a mangiare da solo a causa di un montascale rotto nella sua scuola: è successo a Verona e la vittima di questa clamorosa ingiustizia è un bambino disabile che frequenta la prima elementare, che non ha mai potuto pranzare in mensa insieme ai compagni di classe. 

Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, è intervenuto sulla vicenda: “bisogna vergognarsi perché è indegno che in un Paese che si reputa civile possano accadere cose del genere, ed è necessario risolvere immediatamente il problema che non può certamente essere insuperabile”.

“È inaccettabile che in una nno non si siano trovate delle soluzioni adeguate per risparmiare a questo bambino un’umiliante emarginazione. Umiliante per tutti ma soprattutto per la scuola e per gli adulti che non sono intervenuti per porre fine a questa vergogna”. Infine, Zaia ha assicurato che lunedì contatterà la scuola e il dirigente regionale scolastico per superare l’inammissibile situazione. 

 

Leggi anche:  Il governo vieta l'uso di cellulari e tablet nelle scuole elementari e medie: seguita l'indicazione dell'Unesco
Native

Articoli correlati