Preso lo stupratore di Villa Borghese: abusò di una donna e la legò ad un albero
Top

Preso lo stupratore di Villa Borghese: abusò di una donna e la legò ad un albero

E' un giovane rumeno di 25 anni. Ad incastrarlo la prova del Dna. Dopo l'abuso nel parco romano, con una tecnica simile ha violentato tre prostitute su Via Salaria

Lo stupratore seriale arrestato a Roma
Lo stupratore seriale arrestato a Roma
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Ottobre 2017 - 14.58


ATF

Si chima Cristi Popa, cittadino rumeno, 25 anni. Ed è lui l’uomo che ha violentato, rapinato e legato ad un albero di Villa Borgese una donna tedesca, la notte tra il 17 e il 18 settembre scorsi, a villa Borghese. Lo ha confermato la prova del Dna. Popa, una decina di giorni dopo, ha seminato il panico sulla via Salaria aggredendo e violentando tre prostitute. A suggerire l’esecuzione della prova del Dna è stata la tecnica, simile a quella messa in atto per le tre prostitute di via Salaria, usata anche per l’episodio di villa Borghese. Popa era stato arrestato dopo i fatti di via Salaria grazie al riconoscimento delle sue vittime. Per il 25enne si prospetta ora la riunione dei due fascicoli processuali e la richiesta da parte della Procura di Roma di giudizio immediato.

Leggi anche:  Colpi di pistola contro un uomo a Corviale, soccorso e trasportato in codice rosso in ospedale
Native

Articoli correlati