“Fuori dal Fango”, alle 21.20  su Rai 3: le anticipazioni sul documentario in onda giovedì 16 maggio 2024
Top

“Fuori dal Fango”, alle 21.20  su Rai 3: le anticipazioni sul documentario in onda giovedì 16 maggio 2024

“Fuori dal Fango”, in onda giovedì 16 maggio alle 21.20  su Rai Tre. Mario Tozzi, geologo, primo ricercatore del Cnr e conduttore di “Sapiens” (Rai 3) è sul campo nelle zone alluvionate della Romagna.

“Fuori dal Fango”, alle 21.20  su Rai 3: le anticipazioni sul documentario in onda giovedì 16 maggio 2024
Fuori dal fango
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Maggio 2024 - 14.52


ATF

In occasione del primo anniversario delle alluvioni della Romagna del maggio 2023 Rai Documentari dedica al tema una prima serata speciale con “Fuori dal Fango”, in onda giovedì 16 maggio alle 21.20  su Rai Tre. Mario Tozzi, geologo, primo ricercatore del Cnr e conduttore di “Sapiens” (Rai 3) è sul campo nelle zone alluvionate della Romagna a un anno di distanza dall’alluvione, per affrontare le domande che aspettano ancora una risposta. Cosa è realmente accaduto? Perché i danni sono stati così ingenti? Si poteva prevedere? Si potrebbe ripetere? “Fuori dal fango”, si propone di dare una risposta  a tali quesiti e di raccontare al pubblico come le alluvioni della Romagna del maggio 2023 suggeriscano una via d’uscita dalla crisi climatica, ambientale ed economica.

La riflessione tecnica e logica di Tozzi trae spunto dalle immagini di repertorio e viene compiuta negli stessi luoghi protagonisti delle immagini impressionanti di quei giorni: fiumi, argini, ponti, infrastrutture, quartieri costruiti sotto il livello degli argini. Tozzi racconta come hanno reagito  all’alluvione e come sono oggi. La cronaca di quei giorni viene proposta attraverso i testimoni diretti, da chi era a lì a difendere la casa, il raccolto, il bestiame, la fabbrica, la scuola, l’ospedale, ogni cosa. Contadini, allevatori, imprenditori – giovani e anziani – ricordano il loro vissuto: la prima pioggia, gli allarmi meteo, l’acqua che sale e che non smette di salire, che tracima oltre gli argini, allaga le camere di espansione che sono lì da secoli e che questa volta non hanno retto, e invade le città, i parcheggi, i capannoni. Il documentario indaga quale sia oggi la percezione della realtà da parte di chi vive il territorio in prima persona, e lo fa attraverso il contributo di testimoni speciali.

Leggi anche:  “L’Avversario”, alle 21.10 su Rai Storia lo speciale su Bruno Giordano: le anticipazioni di mercoledì 12 giugno

Luciano Ligabue, impegnato da sempre in prima linea sul fronte dei cambiamenti climatici, ci darà la sua visione da “emiliano” cresciuto tra i fossi e gli argini della pianura. Lo scrittore Carlo Lucarelli, testimone diretto dell’evento, racconterà come il romagnolo ha saputo affrontare con ironia e determinazione questa apocalisse. La giornalista Milena Gabanelli affronterà, dati alla mano, il tema della trasformazione del territorio della Romagna nell’ultimo secolo. Lo scrittore Cristiano Cavina rappresenterà la memoria storica del cittadino romagnolo e padre di famiglia.

“Fuori dal Fango”, è tratto da un’idea di Mario Tozzi, soggetto di Mario Tozzi e Riccardo Mazzon per la regia di Matteo Parisini e Riccardo Mazzon. Una coproduzione Ruvido Produzioni e Penned Pictures, in collaborazione con Rai Documentari.

Il documentario è realizzato con la partecipazione di Conad, con il supporto di Emilia-Romagna Film Commission e il patrocinio della Regione Emilia Romagna e del Comune di Faenza, con il sostegno di Orogel e Alce Nero, e si avvale anche della consulenza e delle analisi di due importanti tecnici: Carlo Cacciamani, climatologo di ItaliaMeteo, che ha seguito sin da subito le dinamiche dell’alluvione, minuto per minuto, elaborando i dati per spiegare come sono andate le cose dal punto di vista strettamente meteorologico, e Lucia Capodagli, direttrice generale del Consorzio di Bonifica della Romagna, che spiega il rapporto tra le grandi opere di bonifica di inizio ‘900 e la realtà di oggi.

Native

Articoli correlati