Cos'è e come funziona una sigaretta elettronica?
Top

Cos'è e come funziona una sigaretta elettronica?

È sempre più frequente vedere persone con una sigaretta elettronica invece di una sigaretta tradizionale.

Cos'è e come funziona una sigaretta elettronica?
Sigaretta elettronica
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Aprile 2023 - 18.12


ATF

Negli ultimi anni la sigaretta elettronica è diventata molto popolare tra i giovani, nonostante sia in circolazione da anni, ma sapete cos’è e come funziona una sigaretta elettronica

È sempre più frequente vedere persone con una sigaretta elettronica invece di una sigaretta tradizionale.

Che cos’è una sigaretta elettronica?

Le sigarette elettroniche sono dispositivi ricaricabili attraverso i quali viene inalato del vapore, solitamente accompagnato da essenze a seconda dei gusti di ciascun utente.

Invece di inalare il dannoso fumo di tabacco, la sigaretta elettronica emette vapore. 

Le tipiche sigarette elettroniche sono solitamente a forma di penna, anche se possono variare per dimensioni e forma. 

I dispositivi più recenti possono essere dotati di un display a LED con il quale è possibile configurare la sigaretta. In questo tipo di dispositivo possono essere presenti aspetti come la quantità di vapore che può essere inalata, la ricarica, l’accensione delle luci e molti altri dettagli. 

Grazie a queste caratteristiche, è diventato ancora più popolare tra i giovani.

Leggi anche:  Il futuro degli smartphone: Cosa possiamo aspettarci da loro nel prossimo decennio?

Come funziona la sigaretta elettronica?

Per capire come funziona una sigaretta elettronica, è necessario sottolineare che la sigaretta elettronica è composta da tre componenti principali come l’atomizzatore, la resistenza e la batteria, anche se può essere accompagnata da altri componenti elettronici come un chip, pulsanti, luci a LED, display a LED e alcune altre decorazioni.

Inoltre, è indispensabile l’uso di essenze, solitamente liquide, che sono responsabili del vapore che viene inalato e che poi esce dalla bocca.

Per questo motivo le essenze vengono prodotte in diversi gusti, da quelli più semplici come vaniglia e cioccolato, a quelli più complicati come le combinazioni di frutta e menta.

Quando il liquido all’interno dell’atomizzatore della sigaretta elettronica raggiunge il punto di ebollizione, l’elemento riscaldante, alimentato dalla batteria, crea vapore. 

Atomizzatore

Il componente della sigaretta elettronica che contiene il liquido si chiama atomizzatore o serbatoio. 

A seconda del modello, la capacità varia da 2 ml a 10 ml o più, in casi esclusivi.

Resistors

Ha il compito di far raggiungere al liquido il suo punto di ebollizione e di creare il vapore.

Leggi anche:  Non Solo Siti Web: Il Ruolo Cruciale della Web Agency nell'Era Digitale

Batteria

La batteria varia solitamente a seconda del modello e della marca della sigaretta elettronica, ma in genere è composta da 650 a 900 mAh.

Inoltre, tutti i kit includono un cavo USB perché sono quasi sempre ricaricabili.

L’essenza 

Il liquido che produce il vapore è il componente principale delle sigarette elettroniche.

Questo liquido è una miscela di diversi elementi, tra cui:.

  • Glicole polipropilenico (PG).
  • Glicerina vegetale (VG).
  • Nicotine.
  • Odori e aroma.

La glicerina vegetale (VG) crea le nuvole di vapore, mentre il glicole propilenico (PG) produce generalmente il colpo in gola e l’intensità del sapore, sebbene entrambi gli ingredienti contribuiscono all’esperienza complessiva insieme alla nicotina. 

Gli aromi e i sapori dei liquidi sono invece additivi chimici che possono essere aggiunti in qualsiasi quantità e possono essere inclusi nella miscela o acquistati separatamente.

Native

Articoli correlati