La Russia nega di aver usato armi chimiche in Ucraina
Top

La Russia nega di aver usato armi chimiche in Ucraina

Le accuse alla Russia sul presunto uso di armi chimiche in Ucraina sono infondate e Mosca resta impegnata a rispettare i suoi obblighi ai sensi del diritto internazionale per quanto riguarda la conduzione delle operazioni militari in quel Paese

La Russia nega di aver usato armi chimiche in Ucraina
Preroll

globalist Modifica articolo

2 Maggio 2024 - 12.50


ATF

Il Cremlino nega. Le accuse alla Russia sul presunto uso di armi chimiche in Ucraina sono infondate e Mosca resta impegnata a rispettare i suoi obblighi ai sensi del diritto internazionale per quanto riguarda la conduzione delle operazioni militari in quel Paese: è quanto ha detto oggi il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Ria Novosti.

Ieri gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni contro le truppe di difesa radiologica, chimica e biologica delle Forze armate russe, nonché su una serie di istituzioni, aziende russe e i loro dirigenti. Il Dipartimento di Stato americano ha citato il presunto uso in Ucraina, da parte della Russia, della cloropicrina, comunemente conosciuta come nitrocloroformio, una sostanza velenosa e soffocanta, vietata dalla Convenzione per la proibizione delle armi chimiche.

“Sì, abbiamo visto resoconti dei media su questo tema. Come sempre, tali annunci sembrano assolutamente infondati, non supportati da nulla. La Russia era e rimane impegnata a rispettare i suoi obblighi ai sensi del diritto internazionale in questo campo”, ha detto Peskov ai giornalisti.

Leggi anche:  Il Cremlino insiste: conseguenze per la fornitura di armi occidentali a Kiev con 'licenza' di colpire in Russia
Native

Articoli correlati