Il leader di Hamas: "La morte dei miei figli non cambierà la nostra posizione per la tregua a Gaza"
Top

Il leader di Hamas: "La morte dei miei figli non cambierà la nostra posizione per la tregua a Gaza"

Mercoledì Hamas ha annunciato che tre figli e quattro nipoti di Ismail Haniyeh sono morti in un attacco nel campo profughi di Shati a Gaza City (nord), dove la famiglia era in visita ai parenti il primo giorno delle celebrazioni dell'Eid al-Fitr

Il leader di Hamas: "La morte dei miei figli non cambierà la nostra posizione per la tregua a Gaza"
Il leader di Hamas Ismail Haniyeh
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Aprile 2024 - 09.24


ATF

Il leader di Hamas sostiene che la morte di tre dei suoi figli in un attacco israeliano non cambierà la posizione del movimento islamico nei colloqui per una tregua a Gaza, dove continuano i raid aerei dopo sei mesi di guerra. Lo riporta Al Jazeera.

Mercoledì Hamas ha annunciato che tre figli e quattro nipoti di Ismail Haniyeh sono morti in un attacco nel campo profughi di Shati a Gaza City (nord), dove la famiglia era in visita ai parenti il primo giorno delle celebrazioni dell’Eid al-Fitr che segnano la fine del mese sacro musulmano del Ramadan.

“Ringrazio Dio per l’onore portatoci dal martirio dei miei tre figli e di alcuni dei miei nipoti”, ha detto Haniyeh, residente a Doha, ad Al Jazeera, tv del Qatar. “Il nemico ha preso di mira l’auto in cui si trovavano.”

 L’esercito israeliano ha confermato di aver ucciso in un attacco aereo i tre figli del signor Haniyeh, descritti come “agenti militari dell’organizzazione terroristica Hamas “, che arriva mentre i mediatori del Qatar, dell’Egitto e degli americani attendono la risposta del movimento islamico palestinese alla loro proposta di tregua con Israele, associato al rilascio degli ostaggi detenuti a Gaza.

Leggi anche:  Gaza, gli 007 Usa dicono che solo il 30% dei combattenti di Hamas è stato ucciso: le altre vittime innocenti
Native

Articoli correlati