Mariupol, Putin ribalta la realtà: "Strutture sanitarie minate dagli ucraini"
Top

Mariupol, Putin ribalta la realtà: "Strutture sanitarie minate dagli ucraini"

Nella visita a sorpresa a Mariupol la propaganda russa rilancia la testi secondo la qualche la città rasa al suolo dai russi in realtà è stata distrutta per colpa degli ucraini

Mariupol, Putin ribalta la realtà: "Strutture sanitarie minate dagli ucraini"
Vladimir Putin a Mariupol
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Marzo 2023 - 12.41


ATF

Ribaltamento della realtà, tipico della strategia della propaganda di Putin. Ora la tesi è che Mariupol non sia stata distrutta dai russi che hanno bombardato tutto quello che c’era da bombardare ma dagli stessi ucraini, colpevoli di averla difesa dall’invasione.

Così il Presidente russo Vladimir Putin ha accusato le truppe ucraine di aver minato le strutture mediche a Mariupol, per poi aggiungere che “non è il modo in cui lo fanno le persone normali”.

Il Presidente russo ha visitato la città insieme al Vice Primo Ministro Marat Khusnullin, ispezionando tra l’altro i nuovi quartieri residenziali. Il vice primo ministro ha detto di aver visitato l’ospedale subito dopo la liberazione della città e di aver visto con i propri occhi che i rifugiati vivevano, i pazienti rimanevano e gli interventi chirurgici venivano eseguiti negli edifici adiacenti. “Tutte le attrezzature mediche sono state minate”, ha osservato.

“Non è il modo in cui le persone normali fanno le cose”, ha detto Putin.

Leggi anche:  Putin secondo solo a Stalin: il più crudele di tutti gli altri capi del Cremlino

La propaganda russa ci ha tenuto a sostenere che sono in corso notevoli sforzi per la ricostruzione della città. Presentando a Putin nuovi quartieri residenziali, Khusnullin ha sottolineato che la gente vive già in nuovi appartamenti finiti, con infrastrutture sociali in fase di sviluppo, strade costruite e riparate.

Native

Articoli correlati