La Nato: "In Ucraina i russi hanno perso 200 mila uomini tra morti e feriti"
Top

La Nato: "In Ucraina i russi hanno perso 200 mila uomini tra morti e feriti"

Il comandante supremo alleato della Nato in Europa, il generale dell'esercito americano Christopher Cavoli, ha dichiarato che la Russia ha perso più di 200.000 soldati dall'inizio della sua invasione in Ucraina il 24 febbraio 2022

La Nato: "In Ucraina i russi hanno perso 200 mila uomini tra morti e feriti"
Il generale dell'esercito americano Christopher Cavoli
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Marzo 2023 - 21.46


ATF

Cifre difficili da confermare, soprattutto a guerra in corso: Il comandante supremo alleato della Nato in Europa, il generale dell’esercito americano Christopher Cavoli, ha dichiarato che la Russia ha perso più di 200.000 soldati dall’inizio della sua invasione in Ucraina il 24 febbraio 2022, descrivendo la portata della guerra come «incredibile». 

 Il generale ha aggiunto che oltre 1.800 ufficiali russi sono stati uccisi o feriti, ha riferito la rivista tedesca Der Spiegel. Cavoli ha anche detto che la Russia ha perso «molto più» di 2.000 grandi carri armati e che il suo esercito spara una media di 23.000 proiettili di artiglieria al giorno. 

Il ministero della Difesa del Regno Unito aveva già diffuso una stima secondo la quale l’esercito russo e i gruppi mercenari hanno probabilmente perso 175.000-200.000 persone in Ucraina, con un massimo di 60.000 uccisi. Secondo un rapporto, i prigionieri reclutati dal gruppo mercenario privato Wagner, sostenuto dal Cremlino, hanno subito un tasso di vittime fino al 50%

Leggi anche:  Stoltenberg spiega che la Nato non ha intenzione di inviare truppe da combattimento in Ucraina
Native

Articoli correlati