Landini contro la propaganda di Meloni: "Oggi è la festa del lavoro, non del governo"
Top

Landini contro la propaganda di Meloni: "Oggi è la festa del lavoro, non del governo"

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dalla manifestazione a Potenza, attacca il governo Meloni e la sua strategia che precarizza il lavoro

Landini contro la propaganda di Meloni: "Oggi è la festa del lavoro, non del governo"
Il segretario della Cgil Maurizio Landini
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Maggio 2023 - 11.58


ATF

Governo Meloni, solo propaganda per appropriarsi di una festa che Mussolini aveva abolito. E Cgil, Cisl e Uil non sono scemi.

«Su 365 giorni dell’anno, il governo doveva convocare il Consiglio dei ministri proprio oggi? Oggi è la festa del lavoro, non è la festa del governo. Rivendico il valore di questa giornata. Il governo deve pensare al lavoro tutti i giorni dell’anno, non solo il primo maggio». 

Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, dalla manifestazione a Potenza. 

“Il governo sta mettendo delle toppe, ma serve una strategia. Non si può andare avanti a colpi di propaganda. Oggi è il momento di rilanciare con forza la mobilitazione. Le ragioni ci sono tutte e rimangono. Bisogna cambiare le politiche economiche e sociali che sono sbagliate”.

Il decreto sul lavoro «allarga la precarietà, liberalizza i contratti a termine e aumenta i voucher, fa cassa sul Reddito. Non è quello che serve al nostro Paese e non è il metodo per affrontarlo», aggiunge. Sul cuneo va «nella direzione richiesta ma è una tantum». 

Leggi anche:  Landini (Cgil): "La precarietà taglia salari e diritti, situazione figlia di 20 anni di politiche sbagliate"
Native

Articoli correlati