La Germania aumenta i piani di emergenza in contanti per far fronte al blackout: ecco cosa significa
Top

La Germania aumenta i piani di emergenza in contanti per far fronte al blackout: ecco cosa significa

I piani prevedono che la Bundesbank, la banca centrale tedesca, accumuli altri miliardi per far fronte a un'impennata della domanda e a possibili limiti ai prelievi, ha dichiarato una delle persone coinvolte.

La Germania aumenta i piani di emergenza in contanti per far fronte al blackout: ecco cosa significa
Olaf Scholz
Preroll

globalist Modifica articolo

15 Novembre 2022 - 12.45


ATF

Le autorità tedesche stanno intensificando i preparativi per la fornitura di contanti di emergenza in caso di blackout per mantenere l’economia in funzione, secondo quanto dichiarato da quattro persone coinvolte, mentre la nazione si prepara a possibili interruzioni di corrente derivanti dalla guerra in Ucraina.

I piani prevedono che la Bundesbank, la banca centrale tedesca, accumuli altri miliardi per far fronte a un’impennata della domanda e a possibili limiti ai prelievi, ha dichiarato una delle persone coinvolte.

I funzionari e le banche stanno anche esaminando la distribuzione, discutendo ad esempio l’accesso prioritario al carburante per i trasportatori di contante, hanno detto altri, commentando i preparativi che si sono accelerati nelle ultime settimane dopo che la Russia ha ridotto le forniture di gas.

Le discussioni sulla pianificazione coinvolgono la banca centrale, il regolatore dei mercati finanziari BaFin e diverse associazioni del settore finanziario, hanno dichiarato le persone, alcune delle quali hanno parlato a condizione di anonimato di piani privati e in evoluzione.

Sebbene le autorità tedesche abbiano pubblicamente minimizzato la probabilità di un blackout, le discussioni dimostrano quanto prendano sul serio la minaccia e quanto lottino per prepararsi a potenziali interruzioni di corrente paralizzanti causate dall’aumento dei costi dell’energia o addirittura da sabotaggi.

Leggi anche:  Arrestato l'assistente dell'esponente di Afd Maximilian Krah: accusato di spiare per la Cina

Sottolineano inoltre le crescenti ramificazioni della guerra in Ucraina per la Germania, che per decenni ha fatto affidamento sull’energia russa a prezzi accessibili e che ora si trova ad affrontare un’inflazione a due cifre e la minaccia di interruzioni dovute alla carenza di carburante e di energia.

L’accesso al contante è particolarmente preoccupante per i tedeschi, che ne apprezzano la sicurezza e l’anonimato e che tendono a usarlo più di altri europei, con alcuni che ancora accumulano marchi tedeschi sostituiti dall’euro più di due decenni fa.

Circa il 60% degli acquisti quotidiani viene pagato in contanti, secondo un recente studio della Bundesbank che ha rilevato che i tedeschi, in media, prelevano più di 6.600 euro all’anno principalmente dai bancomat.

Un rapporto parlamentare di dieci anni fa metteva in guardia da “malcontento” e “alterchi aggressivi” nel caso in cui i cittadini non fossero riusciti a procurarsi contanti in caso di blackout.

C’è stata una corsa al contante all’inizio della pandemia, nel marzo 2020, quando i tedeschi hanno ritirato 20 miliardi di euro in più di quelli depositati. È stato un record e ha funzionato senza problemi.

Leggi anche:  Ucraina: Scholz ha concordato con Xi-Jinping il sostegno alla conferenza di pace in Svizzera

Ma un potenziale blackout solleva nuove domande sui possibili scenari, e i funzionari stanno riesaminando intensamente la questione mentre la crisi energetica nella più grande economia europea si aggrava e l’inverno si avvicina.

Se si verificasse un blackout, un’opzione per i responsabili politici potrebbe essere quella di limitare la quantità di contante prelevato dai cittadini, ha detto una delle persone.

La Bundesbank tratta il contante che circola nei negozi e nell’economia tedesca, eliminando i falsi e mantenendo la circolazione ordinata. Le sue ingenti scorte la rendono pronta ad affrontare qualsiasi picco di domanda.

Native

Articoli correlati