Salvini (con Meloni) strepita: "Ladri di democrazia e di libertà, non ci arrendiamo"
Top

Salvini (con Meloni) strepita: "Ladri di democrazia e di libertà, non ci arrendiamo"

I due leader di estrema destra urlano al complotto: "Approvato il Mes, una drammatica ipoteca sul futuro dell'Italia e dei nostri figli"

Meloni e Salvini
Meloni e Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Aprile 2020 - 19.45


ATF

La destra sovranista che fa? Strepita. Così il duo Salvini-Meloni è andata all’attacco, ovviamente urlando al fallimento.
“Approvato il Mes, una drammatica ipoteca sul futuro dell’Italia e dei nostri figli”. Lo scrive Matteo Salvini su Fb.
“Le promesse del governo di non usare il Mes? Gli impegni, gli attacchi, le promesse di Conte? Erano solo Fake news. Ladri. Ladri di Futuro, di Democrazia, di Libertà. Noi ci siamo e non ci arrendiamo, viva l’Italia libera e sovrana”.
Le parole di Giorgia Meloni
“Conte ci aveva abituato a conferenze stampa fiume per decantare le lodi dei suoi provvedimenti, tutti peraltro di scarsissimo impatto. Il fatto che oggi abbia liquidato in pochi minuti gli esiti di un appuntamento fondamentale è una dimostrazione, temo, dell’ennesimo buco nell’acqua a livello europeo. Forse in fondo se ne vergogna anche lui”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
“Perché mentre il Fondo per la ripresa viene declinato al futuro e con contorni ancora tutti da definire, l’unica cosa certa – sostiene Meloni – è che tra pochi giorni sarà operativo il Mes con le sue condizionalità tutt’altro che light. C’è bisogno di liquidità subito e l’Italia non può più attendere i capricci della Germania e dei suoi satelliti. È tempo di mettere da subito in campo i Bot patriottici cinquantennali a zero tasse garantiti dalla Bce per sostenere le nostre imprese. In ogni caso aspettiamo i gruppi in aula domani mattina, dove abbiamo depositato un odg contro l’utilizzo del Mes che non lascia scampo a equivoci, sul quale tutti dovranno assumersi le loro responsabilità”.

Leggi anche:  Meloni fa togliere la parola 'aborto' dalla dichiarazione del G7, Schlein: "Vergogna nazionale"
Native

Articoli correlati