"Le vie del cinema”: A Narni ritorna l'appuntamento con i grandi classici restaurati
Top

"Le vie del cinema”: A Narni ritorna l'appuntamento con i grandi classici restaurati

Dal 31 luglio al 5 agosto ritorna la 29esima edizione della rassegna cinematografica che ogni anno riporta sullo schermo intramontabili classici del cinema italiano.

"Le vie del cinema”: A Narni ritorna l'appuntamento con i grandi classici restaurati
Preroll

redazione Modifica articolo

25 Luglio 2023 - 16.44 Culture


ATF

Il Festival di Narni che ogni anno regala agli spettatori i migliori classici del cinema restaurati giunge alla sua 29esima edizione. Saranno sei giorni, dal 31 luglio al 5 agosto, che sapranno di cinema grazie alle pellicole restaurate dal Centro sperimentale di cinematografia – cineteca nazionale e dalla cineteca di Bologna, e riportate sullo schermo posizionato all’interno del parco “Bruno Donelli”.

Chiunque capiterà in quella zona, insieme agli ormai molti appassionati dell’evento, dalle ore 21:00 del primo giorno e per tutta la durata della kermesse, potranno assistere ad una ricca selezione di film recuperati grazie al lavoro di restauro di prestigiosi Centri. Inoltre è da ricordare che l’ingresso a questo suggestivo cinema a cielo aperto è totalmente gratuito.

Un Festival dietro al quale si può riconoscere il grande impegno non solo del Comune di Narni, ma anche di Giuliano Montaldo e Alberto Crespi i due curatori della rassegna che ha l’obiettivo di valorizzare il cinema di qualità sensibilizzando il pubblico. Per il secondo anno di seguito, inoltre, continua la collaborazione tra la rassegna e la Scuola internazionale di Comics di Roma, importante partnership dell’evento.

Leggi anche:  Claudia Cardinale, per Pasolini era una gatta perduta nella tragedia: la celebre attrice compie oggi 86 anni

Ad aprire la rassegna, il cortometraggio “L’avventura di un soldato” (episodio di “L’amore difficile”), prima regia di Nino Manfredi. Si comincerà dunque con un pezzo di storia del cinema degli anni ’60, per poi proseguire con un altro, ovvero un episodio di“Renzo e Luciana” (da “Boccaccio ’70) di Mario Monicelli, tratto dal racconto di Calvino “L’avvenuta di due sposi”.

In programma anche “Il ladro di bambini” del 1992 che verrà presentato dal regista Gianni Amelio.
Tra i tanti film che sarà possibile vedere figurano: “Milano calibro 9”, il thriller di Fernando Di Leo del 1972 e le commedie “La voglia matta” di Luciano Salce del 1970, “Sogni d’oro” di Nani Moretti del 1981 e “Teresa la ladra” di Carlo di Palma del 1973, quest’ultimo pensato per rendere omaggio a Monca Vitti, scomparsa il 2 febbraio dello scorso anno.

Native

Articoli correlati