Top

Adam Kalia, il giovane violinista prodigio che incanta la Tunisia

Nel 2021 ha partecipato al concorso internazionale La chiave d'oro e si è classificato al primo posto nella sua categoria mentre nel 2018 ha partecipato alle Giornate Musicali per bambini di Cartagine (jmc) ed è stato premiato con il tanit d'oro.

Adam Kalia, il giovane violinista prodigio che incanta la Tunisia

globalist

25 Maggio 2022 - 14.25


Preroll

di Azzurra Arlotto

OutStream Desktop
Top right Mobile

Adam Kalia è un giovane violinista prodigio che si è di recente esibito in un concerto dedicato alle Notti prima del Fortissimo Festival 2022 a Tunisi, la sua terra d’origine. Ha iniziato a suonare all’età di otto anni e a soli quattordici ha conseguito il diploma in musica araba e ha vinto per ben quattro volte di seguito il concorso per solisti nella categoria del violino. Nel 2021 ha partecipato al concorso internazionale La chiave d’oro e si è classificato al primo posto nella sua categoria mentre nel 2018 ha partecipato alle Giornate Musicali per bambini di Cartagine (jmc) ed è stato premiato con il tanit d’oro.

Middle placement Mobile

Quando è nata la passione per il violino?

Dynamic 1

Ho cominciato a suonare a otto anni. Ho provato diversi strumenti ma il violino mi ha colpito più degli altri e mi sono innamorato sin da subito

Qualcuno o qualcosa è stato fonte d’ispirazione?

Dynamic 2

Sì i musicisti Ray Chan, David Gartte e Maxim Vongerov mi hanno ispirato a diventare un solista internazionale

Cosa ne pensi della musica classica italiana? Hai un artista che ti piace particolarmente?

Dynamic 3

Penso che la musica italiana rappresenti uno degli stili musicali migliori perché commuove e ispira allo stesso tempo. Gli artisti italiani che mi piacciono di più sono Vivaldi con Le Stagioni e Paganini con I Capricci

Nella vita privata che genere di musica ti piace ascoltare?

Dynamic 4

Quando non suono il violino continuo ad ascoltare tanta musica classica e anche il jazz

Com’è stato collaborare con il Conservatorio italiano Tchaikovsky? 

Dynamic 5

La collaborazione con il Conservatorio Tchaikovsky è stata un’esperienza sorprendente perché mi ha dato l’opportunità di suonare con grandi Maestri italiani e mi ha offerto una borsa di studio di 2 mesi in Italia

Hai mai pensato di suonare in Italia o in Europa per far conoscere il tuo talento?

È uno dei miei sogni nel cassetto, vorrei tanto suonare in Europa portando la musica araba con me. Lo farò una volta terminati gli studi

C’è un genere tunisino in particolare che vorresti far ascoltare a più persone? 

Direi il folklore e il nouba tunisino, un genere di origine arabo-andalusa che può essere ascoltato in tutto il Maghreb

Come hai vissuto il periodo del coronavirus? Hai continuato ad esercitarti da solo oppure hai seguito delle lezioni online di musica?

Il periodo del coronavirus è stato duro per tutti i Paesi, ma personalmente ho approfittato di questo periodo per praticare da solo e con i miei insegnanti. Mi sono esercitato al violino per almeno 4 ore al giorno e ho appreso nuove competenze per lo sviluppo web e la programmazione, ho anche creato un sito web per il mio conservatorio

Che progetti hai per il futuro?

Il mio sogno è diventare un violinista solista internazionale conosciuto in tutto il mondo e un compositore completo

Vorrei ringraziare il signor Achref Bettibi il nostro direttore e i Maestri Alfredo Luigi Cornacchia, Maria Roberta e la mia maestra di violino Yassine Gutatte

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage