"Io non sono la sclerosi multipla; io sono Antonella Ferrari": il monologo che illumina l'Ariston

L'attrice, che soffre di sclerosi multipla, con l'ausilio di una bambola porta uno spezzone dello spettacolo che ha dedicato alla sua malattia, alla lunga odissea che ha accompagnato la scoperta di questa malattia

Antonella Ferrari

Antonella Ferrari

globalist 4 marzo 2021
È uno dei monologhi p'iù intensi quello portato dall'attrice Antonella Ferrari sul palco dio Sanremo. L'attrice, che soffre di sclerosi multipla, con l'ausilio di una bambola porta uno spezzone dello spettacolo che ha dedicato alla sua malattia, alla lunga odissea che ha accompagnato la scoperta di questa malattia e soprattutto il sollievo nel finalmente dare un nome al demone che la tormenta da più di vent'anni: "Lei non ci crederà ma io sono sollevata: da oggi inizia la mia nuova voce alla luce del sole, da oggi posso camminare in mezzo alla gente senza timore, senza nascondermi, smettere di avere paura senza paura, non sarò più l’ombra claudicante della mia malattia. Ma sarò io, luminosa, anche quando sarà buio"