Rapite, torturate, stuprate e uccise: le bambine indiane si ribellano

Nel paese ci sono circa 110 casi di violenza sessuale al giorno. Molti riguardano le più piccole

La protesta di una bambina indiana

La protesta di una bambina indiana

globalist 16 aprile 2018

Bambine rapite, uccise, violentate, vilipese. Ragazze sequestrate e assassinate dopo essere state stuprate. Donne abusate. Cadaveri fatti a pezzi, ragazze sfigurate con l’acido: la violenza sessuale è una piaga della società indiana: ogni anno vengono denunciati circa 40.000 casi di stupro - circa 110 al giorno… - ma secondo gli osservatori i dati ufficiali sono solo la parte visibile di un iceberg, conseguenza della radicata cultura del silenzio che permea la società indiana sul tema.
Da anni il paese è attraversato da manifestazioni di protesta. Si prende sempre più coscienza. Ma non basta. Ogni giorno si muore…