Gaza, i negoziati fermi sul nodo guerra: Hamas vuole la fine ma Israele vuole riprenderla dopo la tregua
Top

Gaza, i negoziati fermi sul nodo guerra: Hamas vuole la fine ma Israele vuole riprenderla dopo la tregua

Un funzionario palestinese, vicino ai colloqui per il cessate il fuoco, ha detto che la delegazione di Hamas è arrivata al Cairo con la determinazione di raggiungere un accordo “ma non ad ogni prezzo”.

Gaza, i negoziati fermi sul nodo guerra: Hamas vuole la fine ma Israele vuole riprenderla dopo la tregua
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Maggio 2024 - 12.27


ATF

Un funzionario palestinese, vicino ai colloqui per il cessate il fuoco, ha detto che la delegazione di Hamas è arrivata al Cairo con la determinazione di raggiungere un accordo “ma non ad ogni prezzo”.

“Un accordo deve porre fine alla guerra e far uscire le forze israeliane da Gaza e Israele non si è ancora impegnato a farlo”, ha detto il funzionario a Reuters.

Un altro funzionario palestinese ha detto a Reuters che i negoziati “stanno affrontando sfide perché l’occupazione (Israele) rifiuta di impegnarsi per un cessate il fuoco globale”.

Il funzionario ha aggiunto che la delegazione di Hamas si trova ancora nella capitale egiziana nella speranza che i mediatori possano spingere Israele a cambiare la sua posizione.

I negoziatori hanno costantemente lottato per conciliare la richiesta di Hamas per un cessate il fuoco duraturo che permetterebbe al gruppo militante di rivendicare una vittoria, con l’evidente determinazione di Benjamin Netanyahu, il primo ministro israeliano, di cacciare Hamas dal potere, uccidere o catturare la sua leadership e distruggere ogni cosa. le sue capacità militari.

Leggi anche:  Abu Mazen chiede l'aiuto dell'Onu perché Israele lasci entrare gli aiuti umanitari dai valichi di Gaza

I ministri di Netanyahu hanno discusso pubblicamente se portare avanti una proposta di tregua: i membri di estrema destra della sua coalizione hanno minacciato di lasciare il governo se Israele si fosse “arreso” alle richieste di Hamas, mentre i centristi hanno detto che si dimetteranno se un ostaggio l’accordo non viene concluso.

Fonti egiziane hanno detto al Wall Street Journal che Israele darà ai colloqui di tregua un’altra settimana, dopo di che lancerà l’offensiva a lungo minacciata su Rafah.

Hamas ha sequestrato circa 250 ostaggi durante l’attacco a sorpresa nel sud di Israele in ottobre. Circa la metà è ancora detenuta a Gaza, e molti si ritiene siano dentro o sotto Rafah.

Native

Articoli correlati